Blue valentine: recensione film

PERCHÉ ANCHE L’AMORE VERO A VOLTE FINISCE

blue valentine locandinaGENERE: drammatico

DURATA: 120′

DATA DI USCITA: 14 febbraio 2013

VOTO: 4 su 5

Blue Valentine è un dramma di Derek Cianfrance, regista americano alla sua seconda prova dietro la macchina da presa. Una storia non facile quella che ha voluto raccontare, un amore intenso e passionale lacerato dal passare degli anni. Sebbene l’argomento sia trito e ritrito, quasi uno dei prediletti per l’ampia varietà di punti di vista e situazioni che possono essere narrati, lo stile quasi documentaristico e così particolare fanno del film una travolgente opera d’arte cinematografica.

Dean (Ryan Gosling) si innamora di Cindy (Michelle Williams) a prima vista, scorgendola velocemente attraverso una porta che con tutte le sue forze, metaforicamente parlando, tenterà di valicare. Nasce tra loro un amore di quelli spontanei e belli da vedere, un po’ pazzerello, ardente e tanto istintivo (bellissima e delicata la scena di Dean che canta ‘in modo stupido’ e Cindy che balla). È così forte il legame tra i due, che quando Cindy gli dirà di essere incinta del precedente ragazzo,  Dean deciderà di sposarla e di diventare il padre della bambina. Ma tutta questa emozionante parte della storia, è raccontata attraverso flashback. La realtà è un’altra. Qualche anno dopo di matrimonio e vita famigliare, la coppia è scoppiata. Non c’è più impeto, desiderio, voglia di stare insieme. All’alchimia è subentrata la routine, l’odio per la vita reciproca. E quando un amore pesa come le catene di una prigione dalla quale si vuole scappare, a cosa serve lottare se non si ha più voglia?

Ogni amore fa sempre una brutta fine, tanto più brutta quanto più divino, più alato era il suo principio”, scriveva il poeta Charles Baudelaire ed è esattamente ciò che è successo a loro. Chiunque nell’arco della sua esistenza è stato almeno una volta parte di una coppia come Dean e Cindy; ognuno di noi ha una storia finita male e tanto dolorosa nell’armadio. Ma se c’è una cosa che il regista vuole trasmettere è che le cose succedono punto e basta: è inutile chiedersi il perché, è la dura legge della vita.

Hai presente quando senti una canzone, e la devi ballare per forza? Ecco, lei è così per me”. Come si è passati da un tale sentimento al disprezzo, non si sa. La vita è un continuo stravolgimento dei fatti: o le stai dietro o verrai portato via. E così sono anche le relazioni umane: se non vengono coltivate, se le persone non te le porti di pari passo lungo il tuo cammino, le perderai. Se non presti attenzione, se non comunichi, tutto ciò che ottieni è alienazione, fuga, e solitudine. In una parola: dolore.

Blue Valentine è un film dal disarmante realismo, profondamente emozionante. Scuote l’animo. Ancora più forte agli occhi dello spettatore per le magistrali interpretazioni di Michelle Williams e Ryan Gosling nel rendere vera ogni singola emozione che viene descritta. Con una colonna sonora strepitosa – curata da Grizzly Bear – e una fotografia davvero suggestiva, il film è un’impetuosa opera cinematografica, che si propone di mostrare come tutto finisca, anche il sentimento più puro e bello. Invece di chiederci il perché, con sofferenza ci si deve rimboccare le maniche e voltare pagina. Perché, in fin dei conti, la vita è bella e tutta da vivere.

 

About Redazione Film4Life 5524 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook