Quando meno te lo aspetti: recensione film

LA BRILLANTE COMMEDIA DEL DISINCANTO DI AGNÈS JAOUI

GENERE: commedia

DATA DI USCITA: 6 giugno

È ormai da qualche anno che le favole più famose vengono prese in prestito dal cinema e dalla televisione che tenta di rimodernizzarne personaggi e trama.

L’esempio del piccolo schermo più eclatante è sicuramente la serie Once Upon a time mentre, per quanto riguarda il cinema, Biancaneve e il cacciatore e Hansel e Gretel cacciatori di streghe possono essere la dimostrazione di quanto sia difficile, e sbagliato, rendere dark dei personaggi che nell’immaginario collettivo sono tutt’altro.

Un’idea non nuovissima ma buona per tentare di trasporre le favole sul grande schermo è quella di inserirle nella vita reale e non per rendere le vicende quotidiane fiabesche, perdendo così di veridicità, ma cercando di capire quanto le storie che ci hanno raccontato da bambini, pregne di ottimismo in un vissero felici e contenti non sempre plausibile, ogni tanto possano alterare i nostri atteggiamenti alla ricerca di un finale lieto che può diventare quasi una pretesa.

Su questa lettura della realtà si basa Quando meno te lo aspetti la commedia francese diretta da Agnès Jaoui che unisce alla perfezione il registro fantastico e realistico mettendo in contrapposizione, attraverso le diverse storie che narra, anche l’ingenuità giovanile con la noia e il disincanto dell’età adulta.

Laura è una ragazza che aspetta il suo principe azzurro e, quando incontra Sandro a una festa, crede di aver finalmente posto fine alla sua ricerca se non fosse che, a un certo punto, arriva Maxime e la giovane donna  inizia a pensare che forse certi principi azzurri sono meglio di altri. Intanto il padre di Sandro, Pierre, al funerale del nonno incontra di nuovo Madame Irma la “strega” che, come anni prima, gli rammenta che la sua morte è vicina ed ecco che lui perde la capacità di fare progetti con Eleonore, la sua nuova compagna.

In una danza di diverse storie d’amore sull’orlo della crisi per i più variopinti motivi Jaoui dirige una divertente commedia corale piena di citazioni fiabesche che ribalta, finalmente, il concetto di vissero felici e contenti e la sua, stanca e vecchia, morale.

Con questo film, non privo di momenti esilaranti, viene confermata la tendenza, che da due anni a questa parte ha preso possesso del cinema, dove i cineasti francesi sembrano essere l’unica novità in un cinema sempre uguale e che si prende troppo sul serio.

Quando meno te lo aspetti è un lungometraggio mai banale che poggia la sua comicità su una malinconia di sottofondo ben nascosta ma che porta a riflettere, dopo aver riso di situazioni paradossali e mai inverosimili, lo spettatore.

About Redazione Film4Life 5523 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook