Joe: recensione film

NICOLAS CAGE INTENSO E “NELLA PARTE” COME NON SUCCEDEVA DA TEMPO IN UN DRAMMA BEN GIRATO

joe locandina filmGENERE: drammatico

DURATA: 117′

USCITA IN SALA: 25 settembre 2014

VOTO: 3,5 su 5

Joe è sofferenza, dolore, rabbia e riscatto. Joe è l’uomo comune americano, uno splendido outsider a cui Nicolas Cage presta volte e che lui stesso definisce un personaggio positivo. Nonostante la sua indole da spaccone e i suoi facili alterchi. Joe è un uomo buono, un padre senza figlio, Joe è il nuovo film di David Gordon Green che ha suscitato finora il consenso più grande all’interno della Mostra.

Fotografia  eccellente della periferia degli Stati Uniti, dove finiscono reietti e solitari, vagabondi e boscaioli e in cui si agita una fauna di personaggi che rappresentano benissimo l’America con la A maiuscola. Qui un giovane ragazzo trova nella figura qualunque di Joe un volto umano e paterno che sostituisce la violenta assenza familiare, con padre parassita della società e madre e sorella succubi.

Tra i due il legame non è nè immediato, nè scontato. Si fa ciò che è giusto, si lavora sodo e si vive ciascuno una esistenza alla propria portata, difficile qualunque essa sia, ragione e moralità hanno un proprio codice d’onore, laddove giustizia è un obiettivo fuori portata.

David Gordon Green ci mette la sua mano da Kerouac randagio, cinepresa che osserva e giudica senza mai intervenire, ritmo intervallato magistralmente che dipinge una storia antica come il mondo, ma convincente e senza scampo. La redenzione, quella umana, passa attraverso volti e gesti del quotidiano e Cage si impegna davvero a rappresentare l’umanità media ed anonima che il suo nome suggerisce.

Finendo per risultare un personaggio che difficilmente dimenticheremo, considerato che almeno una parte di lui vive in ciascuno di noi. Impossibile negarlo, impossibile non elargire l’applauso a fine proiezione. Questa è la vita che lui si è scelto, questo il dramma che descrive la provincia allo sbando, questo è Joe nella sua schietta animosità e noi siamo felici di averlo conosciuto.

 

About Simone Bracci 277 Articoli
Alla ricerca estrema dell'originalità, quel talento nascosto che il cinema porta a galla con classe ed eleganza d'autore.
Contact: Website