Arrow: first look stagione 2

OLIVER QUEEN, ARCIERE DELLA CW TORNA A SCOCCARE LE SUE FRECCIE CONTRO IL MALE 

Comincia la stagione dei super-eroi per la serialità americana. Se la ABC ha l’agenzia dello SHIELD, la CW ha il suo arciere di fiducia che dopo l’enorme successo dell’anno scorso, torna in tv più agguerrito e sexy che mai, per combattere il crimine che dilaga in quel di Starling City. La season premiere che è andata in onda lo scorso 9 ottobre in accoppiata con The Tomorrow People, anche se non ha fatto boom di ascolti, è stato un episodio intenso e dalle mille sorprese. La seconda stagione di Arrow non solo fa presagire tanti colpi di scena, ma soprattutto consolida il suo status di serie tv rivelazione del momento.

C’è un alone di tristezza che si rincorre in City of Heroes, nick name del primo episodio. La tragedia che ha colpito la città, echeggia come un lamento, mentre tutti i protagonisti affrontano il dolore per la morte di Tommy. Mentre Laurel cerca di far carriera stringendo amicizie importanti, Oliver si è rifugiato nell’isola dove è stato prigioniero per 5 anni, ma è costretto a tornare in città quando scopre che la sua stessa società è in mano a degli avvoltoi. Il crimine però non si ferma in quel di Starling City, e mentre nuovi pericoli prendono forma guidati da un senso di vendetta senza scrupoli, l’arciere è costretto a tornare in campo per salvare i suoi cari, ed arriverà ad una sconcertate conclusione.

La seconda stagione di Arrow si presenta quindi molto più introspettiva e soprattutto decisamente più dark della precedente. Anche se non perde quella sua dose di comicità grazie alla presenza del personaggio di Felicity, carismatica nerd esperta di computer, Arrow cambia totalmente registro. Lo show infatti sta inanellando una trama a lungo termine, che man mano intreccia a se un arco narrativo molto interessante, dando così l’opportunità ai personaggi di crescere e di evolversi. Notiamo fin da subito questo cambiamento in Oliver Queen che da ragazzo impavido e quasi senza scrupoli, diventa un carismatico uomo d’affari, sostenitore della famiglia e dei valori umani. Interessante è l’evoluzione di Thea che da adolescente diventa proprietaria di un locale alla moda ed esorcizza con le gioie del sesso il dolore ed il risentimento verso sua madre.

Non solo quindi tanti colpi di scena in questa premiere di stagione, ma anche tanta attenzione ai personaggi ed alla loro evoluzione. A conti fatti Arrow non è una serie per ragazzini, è un prodotto dal respiro giovane ma che attira a se l’attenzione anche di un pubblico più adulto. La serie è quindi emozionante, al cardiopalma, sfaccettata e dalle mille sorprese. City of Heroes non solo conferma l’ottima fattura dello show, ma fa assurgere Arrow ed il suo bellissimo protagonista, come nuova “leggenda” televisiva.

 

About Redazione Film4Life 5535 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook