Grey’s anatomy, la decima stagione: first look

TORNA IN USA IL MEDICAL – MELODRAMMONE (SPOILER!)

Dieci stagioni, 10 anni, molte più che 10 vittime degli spregevoli e beneamati sceneggiatori di Grey’s Anatomy una delle più longeve serie televisive che non ha intenzione di andare in pensione e, dati gli ascolti, perché mai dovrebbe?

Li avevamo lasciati stavolta, ovvero alla fine della nona stagione, alle prese con una tempesta su Seattle e, allo stesso tempo come spesso accade nello show, con una tempesta sentimentale su molte delle più o meno longeve coppie della serie.

La lesbo coppia Arizona-Callie sta passando un brutto momento in quanto la bella chirurga infantile, dopo averne passate di ogni e aver finalmente accettato la sua finta gamba, ha deciso di tradire la focosissima ortopedica. Certo, le cose non sono più semplici per Cristina e Owen visto che oramai l’inesistente istinto materno della chirurga l’ha portata a lasciare il bel rosso ancora innamorato perso di lei.

April e Avery, alla fine dell’ultimo episodio di maggio son rimasti sospesi: la casta ragazza infatti ha detto sì a un aitante, e altrettanto casto, vigile del fuoco che le ha proposto di sposarsi con una bizzarra dichiarazione cantata e ballata ma (attenzione!) il chirurgo estetico dai grandi muscoli e dagli occhi di ghiaccio ha rischiato la vita per salvare una bambina tra le fiamme risvegliando l’ormone della santarella, lo stesso che un anno fa l’aveva portata a giocarsi l’esame di specializzazione, che sembra di nuovo infatuata di lui.

Dopo anni di alti e bassi la coppia più felice sembra quella formata da Dottor Stranamore e Meredith: la famiglia Shepherd, infatti, ora vanta ben due pargoli l’adottata Zola e il piccolo Jared Bailey, così chiamato perché nato grazie a Miranda. Certo, l’ultimo arrivato è nato nel bel mezzo dello scatafascio e quasi faceva morire la mamma ma questa è routine per la coppia che ha superato ex mogli, sparatorie, incidenti aerei e molto atro… Quiete anche nella vita sentimentale di Karev che sembra aver trovato la sua, non del tutto pazza, anima gemella in Jo.

Dalle vittime delle tempeste sentimentali passiamo a quelle delle tempeste metereologiche: avevamo lasciato Webber per terra, in una pozza d’acqua, morto/svenuto a causa del mix h2o-scintille nel tentativo di riattivare il contatore dell’ospedale ed è lì che lo ritroviamo, vivo e non del tutto vegeto. A passare a miglior vita, oltre che al prontosoccorso completamente distrutto dal maltempo, in questo inizio di stagione non è stato lui ma bensì Heather Brooks mandata alla ricerca di Richard dal cattivissimo Ross geloso delle attenzioni professionali di Dereck nei suoi confronti.

Sarà forse perché la tragedia di questo inizio di stagione non è paragonabile a quella della scorsa (incidente aereo e morte di Sloan e Piccola Grey, più amputazione di Arizona) ma sembra che questa new serie di Grey’s Anatomy sia partita un po’ sotto tono. Quel che, in queste prime tre puntate, ha portato un po’ di pathos è stata la reazione di Richard alle decisioni mediche prese da Meredith (è lei che secondo i suoi dettami decide della sua vita o della sua morte in caso di incapacità)e lui è molto deluso che la bella Grey abbia permesso che un sondino naso gastrico gli levasse la dignità. Lo psicodramma è in atto, come è in atto un palese mettere al centro della scena i nuovi specializzandi forse per dar loro spazio visto che questa sarà l’ultima serie per Sandra Oh, Cristina Yang, uno dei personaggi fondamentali della serie.

Cosa ne sarà del medical melodrammone senza il cinismo della Yang e dei suoi geniali dialoghi con Mer lo sapremo solo tra un anno per ora godiamoci questa decima stagione nella speranza che frizzi un po’ di più a partire dalle prossime puntata. E comunque: lunga vita a Grey’s Anatomy, lunga almeno quanto l’ancora insuperato E.R.

About Redazione Film4Life 5523 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook