Once upon a time in Wonderland: first look

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE COME NON L’AVETE MAI VISTA O IMMAGINATA

Nello straordinario e visionario romanzo di Lewis Carroll, Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie, la protagonista, nel finale, si sveglia tra le braccia della sorella e si dirige verso casa per l’ora del tè consapevole che il mondo fantastico che ha scoperto è solo un sogno.

once-upon-a-time-in-wonderland-posters-revealed-kiss__oPtLa storia di Once upon a time in Wonderland, spin off della fortunata serie Once upon a time arrivata in America alla sua terza stagione in onda sulla Abc, inizia proprio nel momento in cui Alice bambina bussa alla porta della sua villa e viene accolta dal padre contento di rivederla dopo la sua lunga assenza. A differenza del romanzo originale però Alice in questo telefilm è certa che il Paese delle Meraviglie esista davvero.

Ritroviamo dopo qualche minuto di digressione Alice in un ospedale psichiatrico, reduce da altri viaggi in Wonderland e vittima di un dolore inedito: per tutta la sua vita infatti la ragazza è tornata nel fantastico mondo per cercare le prove che sia reale e in uno dei suoi viaggi ha incontrato il Genio della lampada, Cyrus, e di lui si è innamorata ma la perfida Regina di Cuori l’ha ucciso o almeno così sembra… La disperazione di Alice per la perdita del suo amore è talmente forte che la ragazza accetta di farsi cancellare i ricordi se non fosse che il Bianconiglio, con l’aiuto del Fante di Cuori, le fa sapere che il suo Genio è ancora vivo e la riporta nel magico luogo di avventure per ritrovarlo.

Da qualche anno il cinema e la televisione hanno riportato sul grande schermo versioni nuove di famose favole per bambini dando una visione inedita delle storie, facendo conoscere al pubblico cosa è accaduto prima, o dopo, del vissero felici e contenti. Figli di questa nuova visione delle più conosciute opere di fantasia sono film come Biancaneve e il cacciatore, Hansel e Gretel cacciatori di streghe ma anche serie televisive del calibro di Grimm e la stessa Once Upon a time dove quest’ultima è un miscuglio di moltissime fiabe ri-modernizzate nei contenuti e nei personaggi.

Come il suo alter ego, Once Upon a time in Wonderland non si basa solamente sulla storia di Alice nel Paese delle Meraviglie ma prende in prestito altri noti capolavori unendoli tra loro.

Nel primo episodio dello show tv infatti vediamo immediatamente che oltre ad Alice in Wonderland i personaggi fondamentali della serie sono anche quelli già visti in un’altra nota fiaba: Alladin.

La Regina di Cuori è infatti legata in un diabolico patto con Jafar che, a sua volta, ha salvato il genio e ha rivoluto che Alice tornasse nello strabiliante luogo fatto di stregatti e fiori parlanti per trovare la lampada in cui Cyrus viveva per costringerlo così a realizzare i suoi temibili desideri.

Il personaggio più interessante, per ora, della serie è proprio la protagonista: ritroviamo in questa ricostruzione un’Alice donna, sofferente e guerriera. Una sorta di Kill Bill delle favole pronta a tutto pur di riabbracciare il suo Cyrus.

Di Storybrook, luogo fantastico dove è ambientato il C’era una volta originale vi è solo un accenno iniziale: è lì che il Fante di Cuori, ricercato nel Paese delle Meraviglie per un motivo che il pubblico non sa, cercava nuova vita.

Anche se in alcuni punti si esagera nella retorica dell’amore assoluto Once Upon a Time in Wonderland sembra essere un altro, ben costruito, show televisivo che incuriosisce lo spettatore per la nuova lettura che dà della favola di Alice – lo Stregatto ormai è cattivo, il Bianconiglio è complice suo malgrado della Regina di Cuori e Jafar è un personaggio del tutto inedito nel racconto – rendendo per adulti le favole con cui siamo cresciuti e in cui, anche ora in maniera diversa, riusciamo a riconoscerci.

About Redazione Film4Life 5524 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook