Quentin Tarantino sceglie i migliori film del 2013

L’ACCLAMATO REGISTA TORNA CON LA SUA PERSONALE CLASSIFICA TOP 10

L’aveva già fatto nel 2010 e nel 2011, prendendosi una ”pausa” nel 2012, perché impegnato a dirigere quel capolavoro di Django Unchained; oggi torna, per l’appunto, la famosa Quentin Tarantino’s Top 10 Films of year, una classifica stilata dal regista di Pulp Fiction che comprende, a suo insindacabile giudizio personale, i titoli che più l’hanno colpito nel corso dell’anno. Tarantino, dalla cultura cinematografica sconfinata, senza pregiudizi e moralismi vari, redige dieci titoli molto diversi tra loro e in ordine alfabetico, forse per il fatto che è ancora una top ten in fase di lavorazione, dato che mancano ancora tre mesi alla fine del 2013 e forse potrebbe esserci qualche sorpresa dell’ultimo minuto.

Prima di analizzarla nel dettaglio ecco a voi la Quentin Tarantino’s Top 10 Films of 2013:

 

1. Afternoon Delight (Jill Soloway)

2. Before Midnight (Richard Linklater)

3. Blue Jasmine (Woody Allen)

4. The Conjuring (James Wan)

5. Drinking Buddies (Joe Swanberg)

6. Frances Ha (Noah Baumbach)

7. Gravity (Alfonso Cuarón)

8. Kick Ass 2 (Jeff Wadlow)

9. The Lone Ranger (Gore Verbinski)

10. This Is The End (Seth Rogen, Evan Goldberg)

Quello che balza subito agli occhi, purtroppo per noi italici, è che molti film nelle nostre sale ancora non sono usciti o che peggio ancora non troveranno mai distribuzione: è il caso del delicato bianco e nero di Frances Ha, che racconta la storia di una romantica ballerina; non abbiamo visto nemmeno Drinking Buddies con Olivia Wilde e all’appello manca anche la black comedy Afternoon Delight. D’altro canto dobbiamo aspettare Natale per l’acclamato gioiello di Woody Allen, Blue Jasmine, che sembra tornato ai fasti di un tempo, con l’eleganza di una storia raffinata e ben scritta, impreziosita dalla bellezza ricercata di Cate Blanchett. Per il resto della sua lista Tarantino predilige la qualità, l’intrattenimento e la sostanza; stupisce, forse per i pochi incassi e la discutibile prerogativa, la presenza di The Lone Ranger, titolo su cui la Disney aveva puntato molto ma che si è rivelato un flop sia di critica che di pubblico.

Troviamo anche l’horror di The Conjuring, genere amatissimo dal regista di Knoxville, c’è poi Kick Ass 2 a sottolineare l’affetto che Tarantino ha per questa pellicola, visto che aveva inserito il primo capitolo nella top ten del 2010. Nei titoli del cuore di quest’anno il visionario autore colloca anche due film-capolavoro: il terzo episodio della storia tra Jesse e Celine, Before Midnight, targato Richard Linklater e l’opera potente ma al contempo estremamente intima di Gravity, vidimata da Alfonso Cuarón.

In un mondo come quello del cinema pieno di concorrenza, remore e sgambetti più o meno dichiarati non è da tutti ammettere e congratularsi per il lavoro altrui; questo, ma noi lo sapevamo già, conferma il fatto che Quentin Tarantino possiede un amore viscerale nei confronti della Settima Arte e lo manifesta poi nei suoi titoli che rientrano sicuramente nelle classifiche di tutti i cinefili del mondo, quelli a cui Tarantino parla, pensando soprattutto alla qualità fregandosene dei dogmi e delle regole.

Qui tutti i trailer!

Afternoon Delight (Jill Soloway)

Before Midnight (Richard Linklater)

Blue Jasmine (Woody Allen)

The Conjuring (James Wan)

Drinking Buddies (Joe Swanberg)

Frances Ha (Noah Baumbach)

Gravity (Alfonso Cuarón)

Kick Ass 2 (Jeff Wadlow)

The Lone Ranger (Gore Verbinski)

This Is The End (Seth Rogen, Evan Goldberg)

 

 

About Redazione Film4Life 5534 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook