Una piccola impresa meridionale: la parola a Rocco Papaleo

“IL SECONDO FILM DI SOLITO È QUELLO DEL CROLLO, SPERIAMO CHE NEL MIO CASO LE COSE VADANO DIVERSAMENTE”

Una piccola impresa meridionale © Simona Gemelli_Film4life_0“Sono molto orgoglioso di aver avuto la fortuna di esprimermi di nuovo con una pellicola. Il secondo film di solito è quello del crollo, speriamo nel mio caso le cose vadano diversamente. Non era tutto scontato quando con Valter Lupo ci siamo messi a scriverlo. Il film è stato reso possibile dall’incoscienza dei miei produttori Isabella Cocuzza e Arturo Paglia che hanno avuto appunto l’incoscienza di darmi libertà, devo molto a loro per essere stato sguinzagliato a raccontare ancora le mie “pippe” mentali. Grazie anche alla distribuzione Warner, composta da persone che se le vedete sembrano serie e che venivano sul set a controllare ma che invece poi non controllavano secondo me perché alla fine ho fatto come c…o mi pareva. Grazie anche a Valter Lupo lo sceneggiatore che mi sostiene e naturalmente a tutto il cast”: è così che Rocco Papaleo esordisce nel parlare del suo nuovo lavoro cinematografico, il secondo come regista, Una piccola impresa meridionale, attesissimo dopo il successo di Basilicata coast to coast.

In questa nuova corale commedia diretta dall’istrionico artista, Papaleo interpreta Costantino un ex prete che torna nel suo paese d’origine per confessare alla madre di aver lasciato la carriera ecclesiastica se non fosse che la donna, già provata dalla separazione della figlia sparita, lo obbliga a nascondersi in un faro in disuso di proprietà della famiglia per evitare che in paese si venga a sapere la seconda sventura della famiglia, pane per le malelingue…

Papaleo in questo film ha una grande importanza la musica e due dei protagonisti, Barbora Bobulova e Riccardo Scamarcio, si cimentano nel canto: come è nata la collaborazione con Riccardo Scamarcio e Giuliana Lojodice?

La musica è la mia materia, il posto dell’anima, ho sempre suonato e ho cercato di trasferire la musica nel mio film. L’incontro con Riccardo è avvenuto attorno a un momento musicale e così con Barbora, ma anche con chi non canta.

Il film le somiglia molto. È intelligente e ben scritto ma forse quello che non convince è un finale che aggiunge un tocco moralista che magari non appartiene a Rocco Papaleo, forse sembra troppo politicamente corretto?

Posso rispondere accettando e in parte condividendo questo punto di vista perché sono stato suggestionato da questa immagine delle due spose e abbiamo costruito tutta la struttura del film per arrivare a questa immagine. Forse lì c’è qualcosa che poteva essere meno retorico ma sono andato fino in fondo alla retorica. Ma se è vero che rivolgendosi sia al grande pubblico sia agli intellettuali c’è quel rischio, per il grande pubblico mi interessava dare un’immagine che potesse innescare una reazione forte. Si, c’è quel tentativo di usare la retorica e il politicamente corretto perdendo un po’ di brillantezza e scorrettezza, ma mi sembrava efficace per quello che cerca di essere un film ‘mina vagante’ se vogliamo usare un’espressione cara a Scamarcio. Ho pensato per esempio a come l’avrebbe presa mia madre. Anche  a me il “politically correct” non piace.

Nel film la ristrutturazione del faro è letta come metafora della ristrutturazione di noi stessi. La ristrutturazione della Lucania o del sud in genere da dove la faresti partire?
 Faccio fatica a racchiuderlo in sintesi, dico solo che la ristrutturazione deve partire dalla scuola e dalla cultura e non è retorica ma è quello che sento che ci manca al sud, mancano insegnantiben pagati e ben motivati per spargere cultura ma non solo al sud.

Una piccola impresa meridionale © Simona Gemelli_Film4life_2

Una piccola impresa meridionale © Simona Gemelli_Film4life_8

Una piccola impresa meridionale © Simona Gemelli_Film4life_3

Una piccola impresa meridionale © Simona Gemelli_Film4life_4

Una piccola impresa meridionale © Simona Gemelli_Film4life_5

Una piccola impresa meridionale © Simona Gemelli_Film4life_6Una piccola impresa meridionale © Simona Gemelli_Film4life_1

About Redazione Film4Life 5523 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook