Giampaolo Morelli: neomelodico solo per i Manetti Bros

“MI E’ PIACIUTO RACCONTARE QUESTO MONDO POPOLARE CON QUEI MATRIMONI TALMENTE LUNGHI DA SEMBRARE VERI E PROPRI SEQUESTRI DI PERSONA”

Il commissario Coliandro lo ha reso noto al grande pubblico ma Giampaolo Morelli è già stato protagonista sul grande schermo a partire dal 2001 per Carlo Vanzina in South Kensighton e oggi, fuori concorso al Festival Internazionale del Cinema di Roma dove anche lo scorso anno ha varcato il red carpet per l’opera prima di Lucarelli, è stato è il protagonista di Song’e Napule l’ultima fatica dei Manetti Bros con i quali l’attore partenopeo aveva già lavorato come in Piano 17 nel 2005.

Da qualche mese papà di Gianmarco, avuto dalla sua compagna Gloria Bellicchi, Morelli in Song’e Napule esce fuori dagli schemi dei suoi soliti personaggi vestendo gli eccentrici panni di Lollo Love un neomelodico che a sua insaputa si ritrova a cantare al matrimonio di un boss della camorra:

Giampaolo, cosa la ha spinta ad accettare il ruolo di Lollo Love?

Volevo portare a Napoli i Manetti Bros. Napoli è un set naturale e sapevo bene che si sarebbero calati nella città come hanno sempre fatto: forse sono di parte ma credo che Napoli da anni non venga raccontata bene come in questo film.

E’ di parte perché lei a Napoli è nato e vissuto…

Io vengo dall’Arenella una zona di Napoli in mezzo tra il centro storico e Posillipo, tra i quartieri più popolari e quelli più benestanti: per questo ho frequentato da ragazzo coetanei che provenivano da ogni parte della città

Di certo in questo lungometraggio però lei ha dato voce a una Napoli più popolare…

Sì e mi è piaciuto raccontare questo tipo di napoletanità: i matrimoni talmente lunghi da essere quasi dei sequestri di persona, i neomelodici tra loro, sempre maltrattati, bisogna dire che ci sono anche ragazzi davvero talentuosi. Come in tutti i mestieri ci sono i più bravi e i meno bravi.

Secondo lei è un luogo comune il legame neomelodico/camorra che, in maniera anche molto comica, il film pone al centro della trama?

Sì è un luogo comune e va sfatato: ovviamente può capitare che i neomelodici vengano ingaggiati per i matrimoni di qualche boss della camorra ma non è una regola. A Napoli c’è anche gente onesta. La verità è che alcuni matrimoni in pompa magna se li possono permettere solo certi tipi di personaggi. A Napoli c’è questo bisogno di fare il matrimonio più lussuoso del proprio vicino. Una sorta di gara: c’è gente che pur di vincere va a finire in mano agli strozzini o alle banche… Che poi sono la stessa cosa (si guarda intorno, ride ndr). Mi sono appena accorto che siamo nello spazio BNL e ho appena detto che le banche sono come gli strozzini. Ora posso pure andarmene…(continua a ridere fa come ad alzarsi dalla sedia, ma rimane)

Un ultima domanda prima che se ne va, dopo questa gaffe: come si può contattare Lollo Love per farlo venire a suonare a un matrimonio?

Chiamate il suo manager, ma attenzione che ha l’agenda piena.

Song' e Napule_©Simona Gemelli_Film4life_COPERTINASong' e Napule_©Simona Gemelli_Film4life__6Song' e Napule_©Simona Gemelli_Film4life__5

About Redazione Film4Life 5537 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook