Pelo malo: recensione film

IN UNA CARACAS FATISCENTE LA STORIA DI JUNIOR TRA PREGIUDIZIO E DISPERAZIONE

pelo malo posterGENERE: drammatico

DATA DI USCITA: 30 ottobre

DURATA: ’93

VOTO: 3 su 5

Per questo devo dirti ciò ch’è orrendo conoscere: è dentro la tua grazia che nasce la mia angoscia. Scriveva Pasolini nella sua Supplica a mia madre ed è questo che forse pensa anche il piccolo Junior mentre, ossessionato dai suoi capelli, cerca di farsi perlomeno guardare dalla donna che lo ha messo al mondo.

Corre per le strade di una fatiscente Caracas di periferia il bambino di nove anni, protagonista di Pelo malo, che da sempre è in lotta contro la sua chioma afro e che cerca con i modi più fantasiosi di renderla liscia come quella dei cantanti.

Quella di Junior è una fissazione che nasconde una profonda insicurezza e un profondo senso di diversità che conosce e riconosce solo sua nonna. Il bambino vive con la madre che lo educa nel terrore che suo figlio possa essere omosessuale e che censura ogni sua attitudine sino, alla fine, riuscire ad annullarlo nelle sue volontà con un ricatto tra i più terribili per un bambino, con un ricatto che contempla l’abbandono.

Arrivata al suo terzo film di finzione la cineasta Mariana Rondòn dipinge il peggio della sua Caracas provinciale, impaurita, bigotta e sola. Dipinge la disperazione di una madre, sorda alle urla di suo figlio che le chiede solo di essere guardato, dipinge una crisi economica e una povertà che rende una donna sola e con due figli pronta a tutto per ricominciare a lavorare anche a vendere se stessa, dipinge la voglia di fuggire e di essere diversi da ciò che si è, desiderio impersonato dal piccolo protagonista di questa storia l’unico, suo malgrado, in grado di amare tanto da rinunciare al suo essere pur di non venire allontanato dall’unico affetto che ha.

Senza abbellimenti registici che possano in qualche modo rendere meno reale la storia e la sua ambientazione la Rondòn dirige un lungometraggio dove non si salva niente e nessuno. Una pellicola reale che pone al centro della scena, pur non parlandone apertamente, la paura del diverso e la provincialità in una città, Caracas, che diviene luogo simbolo del margine e del pregiudizio.

About Redazione Film4Life 5536 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook