Saving Mr. Banks: recensione film

SAVING MR. BANKS, LA VERA STORIA DI COME E’ NATO IL FILM SU MARY POPPINS

Saving Mr Banks LocandinaGENERE: biopic/commedia

DURATA: 120′

USCITA IN SALA: 20 Febbraio 2014

VOTO: 4 su 5

I sogni son desideri.. di felicità..“. Deve aver canticchiato tra sè e sè la melodia di Cenerentola per farsi coraggio Walt Disney (Tom Hanks), nei lunghi anni che lo hanno visto correre dietro la scrittrice di Mary Poppins, Pamela L. Travers (Emma Thompson), per esaudire un sogno delle sue piccole bambine: vedere sul grande schermo la tata più divertente e in gamba che sia mai esistita. Una corsa lunga 20 anni tra corteggiamento, lusinghe, richieste di fiducia e promesse di riuscita. A qualunque costo, anche all’essere disposti a cedere su tanti piccoli dettagli di sceneggiatura insignificanti ma sui quali la Travers era intransigente.

Saving Mr. Banks, il film sul making of di Mary Poppins, prende il titolo proprio dal presupposto del classico Disney: la difficoltà del farne una trasposizione cinematografica dovuto allo scontro di due persone culturalmente lontane, con un approccio alla vita differente e un passato pesante affrontato in modo diverso. Lui, produttore americano della casa cinematografica d’animazione per eccellenza, creatore di grandi classici amati in tutto il mondo. Il signor Walt Disney, papà di tutti i bambini del pianeta. Lei, una donna inglese di origine australiane segnata da un’infanzia difficile, che la vita ha messo a dura prova. E’ riuscita però ad usare tutta la sofferenza provata negli anni come motore creativo, dalla cui penna è nata un mito puerile.

Ma quelle storie, quei personaggi da lei narrati prendono spunto da persone che hanno realmente fatto parte della sua vita. La sua irremovibilità nei confronti dei dettagli del film d’animazione viene proprio da questo tassello fondamentale del quadro: mr. Banks è il padre alcolista della piccola Pamela, quel padre sognatore che le ha insegnato l’importanza dell’immaginazione, ma che se n’è andato troppo presto lasciando la madre e la sorella senza un futuro certo. E proprio a questo punto della storia di vita della scrittrice si presenta Mary Poppins, ovvero la zia Ellie.

Il film di John Lee Hancock (The blind side) corre infatti su due piani narrativi paralleli, aprendo il sipario con le trattative sulla trasposizione cinematografica tra le due figure storiche ma inserendo numerosi flashback che spiegano i primi anni di vita della scrittrice, per aiutare a capire il personaggio così evasivo e schivo e sopratutto come sia arrivata alla creazione di una figura chiave della letteratura fanciullesca.

Saving Mr. Banks è un insieme di buoni sentimenti che commuove e diverte allo stesso tempo, arricchito da quel pungente humour inglese della Travers e da scenette divertenti in pieno stile Disney. Il marchio di qualità dei film d’animazione convince ancora, pienamente, cogliendo nel segno nella scelta di allargare sempre di più il target di spettatori. Lo standing ovation maggiore però va al cast superbo in toto che permette al film di scorrere veloce, appassionando e emozionando nella giusta dose.

 

About Redazione Film4Life 5523 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook