Film da vedere in sala: le novità al cinema

FILM DA VEDERE IN SALA, WEEKEND RICCO DI USCITE

Penna alla mano, foglio di carta o per i più sofisticati taccuino dai quali non si separano mai. Questa settimana le uscite in sala sono tante, e tra queste abbiamo ben sei film da consigliarvi.. quindi non c’è da perdere tempo, se non segnando i film da vedere in sala che fanno al vostro caso: tra cinecomic attesissimi, vari biopic molto diversi tra loro, un film indipendente, una storia di guerra e libertà, il ritratto di un romantico uomo politico. Qual è il genere che fa per voi o il film che più vi ispira? Non dovete che rispondere a questa semplice domanda e comprare il biglietto. Buon weekend cinematografico!

FILM DA VEDERE:

CAPTAIN AMERICA – per curiosi Marvel

Sempre scritto da Stephen McFeely e Christopher Markus, sceneggiatori del primo capitolo su Cap, ma stavolta diretto spaventosamente bene dai fratelli Anthony e Joe Russo già dall’enorme lavoro di marketing si poteva sospettare che il seguito diCaptain America fosse un successo preannunciato. E così è. La storia segue i fatti catastrofici di New York, Steve Rogers (Chris Evans) è un uomo di altri tempi che sta cercando di adattarsi a un mondo ancora troppo veloce per lui. Captain America – The Winter Soldier è uno dei prodotti più maturi dei cinecomic targati Disney/Marvel avendo il merito di trattare argomentazioni diverse riuscendo a toccare punti delicati che portano il livello narrativo a un piano più elevato.

STORIA DI UNA LADRA DI LIBRI – per curiosi dal libro al film

Storia di una ladra di libri è la storia di una bambina che per vivere un presente migliore si immergeva nella lettura, rubando letteralmente opere di cui non aveva la disponibilità, ma allo stesso tempo rubando anche in senso figurato la linfa vitale dei racconti per farli un po anche suoi. E’ proprio in questo che Liesel ha scoperto l’amore per i libri, nell’aver capito che l’unico modo per sognare e avventurarsi in altri mondi è leggere. Specialmente poi in tempi di guerra, quando la Germania in cui lei viveva era sotto la dittatura dello spietato Hitler che non solo ha portato il paese alla distruzione fisica, ma che vietava anche la diffusione della cultura. Non osa troppo nel raccontare e analizzare la tragicità degli eventi, ma li utilizza didascalicamente nel fornire uno sguardo totale sulla situazione di quegli anni di guerra, romanzando la storia con la vicenda di Liesel.

QUANDO C’ERA BERLINGUER – per curiosi socio-politici

Enrico Berlinguer: quasi trent’anni dalla sua scomparsa, infatti, Walter Veltroni dirige Quando c’era Berlinguer un docufilm affatto retorico (e qui , invece, c’è da stupirsi) che fa un ritratto moderno, affidabile e accorato dell’ex leader del PCI. Quando c’era Berlinguer è un documentario emotivo, nostalgico, sincero e sicuramente di parte, com’è giusto che sia. È un documentario che ripercorre la vita di una figura portatrice di grande carisma. Tanti i ricordi e tante anche le testimonianze dei soliti e insoliti noti, il tutto reso ancora più affascinante dalle musiche originali di Danilo Rea, da un brano inedito di Gino Paoli e dai camei vocali di Toni Servillo e Sergio Rubini

YVES SAINT LAURENT – per curiosi di moda

A celebrare il personaggio chiave che ha fatto della moda la sua vita diventandone protagonista indiscusso del XX secolo, è Jalil Lespert, cineasta e connazionale dello stilista, nell’omonimo Yves Saint Laurent racconta per filo e per segno la sua vita – dando il ruolo da protagonista ad un eccezionale Pierre Niney, tracciandone un ritratto ben delineato nel quale traspare una personalità forte e allo stesso tempo fragile, che sapeva vedere oltre ma che spesso e volentieri non veniva capita né accettata. Senza troppo ricalcare un argomento in particolare, Lespert è stato in grado di approfondire varie ed importanti dinamiche cruciali per capire il personaggio, dalla mente creativa e geniale ai drammi che lo hanno toccato e tristemente segnato.

I FRATELLI KARAMAZOV – per curiosi di cinema indie

In un momento in cui l’occidente è colpito da una crisi non solo economica ma anche intellettuale, arriva – con coraggio – in una ristretta cerchia di sale, una pellicola tanto intelligente quanto poderosa: I fratelli Karamazov in lingua originale. L’opera presenta i membri di una turbolenta famiglia russa dominata da un pater familias volgare ed arrivista. La trama del film si sviluppa attorno all’assassinio del capofamiglia e al conseguente processo nei confronti di Dimitrij, il figlio primogenito accusato di parricidio. Diretto da Petr Zelenka, è magistralmente interpretato da attori teatrali,  protagonisti dell’adattamento che apparentemente non sembrano preoccupati di quello che ad essi ruota attorno fino a che il dramma di un manovale il cui figlio è in coma dopo essere caduto da una passerella li colpisce in modo prepotente la compagnia.

LOVELACE – per curiosi

Nata da nel Bronx Linda Susan Boreman, in arte Gola Profonda, si sposò molto presto con Chuck Traynor il quale la obbligò a partecipare al lungometraggio pornografico che la rese famosa. Lovelace, di Robert Epstein e Jeffrey Friedman è un biopic che vuole raccontare il dietro le quinte della famosa pellicola ripercorrendo parte della storia della sua protagonista, interpretata da una convincente Amanda Seyfried.

 

About Redazione Film4Life 5538 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook