Sirens: first look

sirens

TRE PARAMEDICI IMBRANATI SONO I PROTAGONISTI DELLA SERIE SIRENS IN ONDA SU USA NETWORK

Negli ultimi anni, abbiamo visto molte serie televisive sui medici, e ultimamente anche sui pompieri, ma finora solo poche sui paramedici. L’idea di una serie dedicata a loro viene originariamente dalla fredda Inghilterra nel 2011; Sirens raccontava le storie professionali e personali di tre paramedici di Leeds, (tra gli attori c’era anche Richard Madden, il Robb Stark di Game of Thrones) ma tuttavia non ha avuto molto fortuna in quanto è stata cancellata dopo una stagione di sei episodi.

In seguito, Denis Leary e Bob Fisher acquistano i diritti per realizzare la versione americana di Sirens, che approda il 6 marzo 2014 sul canale USA Network. Nel remake, i tre paramedici sono interpretati da Michael Mosley (Pan Am, Castle, The Mentalist), Kevin Daniels (Modern Family) e Kevin Bigley (Game Change), e la serie è ambientata a Chicago. Il primo interpreta Johnny, che è in una relazione complicata con Theresa (Jessica McNamee), una poliziotta, il secondo è Hank, l’unico nero e gay del gruppo, il terzo è Brian, il novellino.
Disorganizzati, imbranati e svitati nella vita privata, con istinti e bisogni sessuali di un gruppo di adolescenti, – tante sono le gag a doppio senso – i tre riescono però a svolgere correttamente il loro mestiere, anche nelle situazioni più complicate.

Mosley e Daniels fanno le battute più accattivanti senza sforzarsi troppo, rendendo la serie gradevolmente divertente anche negli aspetti più brutti del loro lavoro di paramedici. Tuttavia, Sirens resta una sit-com leggera, e a volte le troppe battute sotto tono finiscono per allontanare lo spettatore da ciò che sta guardando. Il confronto con la versione britannica è d’obbligo, e infatti nel rifacimento americano molto di quell’humour tipico inglese si perde, facendo risultare Sirens una commedia all’americana standard. Il rischio di questa serie è quello di finire sul banale.
Ma Sirens ha il suo lato positivo: riesce a strappare qualche risata gratuita, il che è un buon punto di partenza se si vuole realizzare una sit-com di venti minuti che punti a intrattenere lo spettatore.

Verdiana Paolucci

About Redazione Film4Life 5535 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook