Dragon Film Festival: a Firenze la rassegna cinese

PRIMA EDIZIONE DELLA KERMESSE LEGATA AL CINEMA CINESE DI OGGI, TRA GLI OSPITI ZHANG YIMOU

La prima edizione del Dragon Film festival, evento che propone una panoramica sulla cinematografia cinese contemporanea, si svolgerà dal 26 al 29 maggio presso il Cinema Odeon di Firenze e concluderà la rassegna di cinema orientale aperta dal Florence Korea Film fest in Marzo. Il Dragon Film Festival, è nato dall’unione dell’Hong Kong Film Panorama, manifestazione dedicata al cinema di Hong Kong che per quattro anni si è tenuta a Firenze, con una selezione di film provenienti dallo Shanghai International Film Festival. Organizzatori dell’evento sono Quelli della Compagnia Fst, Hong Kong Economic and Trade Office di Bruxelles e Riccardo Gelli della Florence Eurasia Association, con il patrocinio dell’ambasciata di Roma e il Consolato di Firenze della Repubblica Popolare cinese.

Il festival prevede un programma di 11 film, divisi nelle due sezioni Hong Kong e Cina continentale, oltre a vari ospiti ed eventi collaterali. Film d’apertura è il thriller hongkonghese “Cold war” di Longman Leung e Sunny Luk, campione d’incassi nel 2012, che racconta del rapimento di cinque agenti di polizia, di una bomba messa in un cinema e di come questi due tragici eventi portano alla luce lati oscuri nelle forze dell’ordine di Hong Kong. Film di chiusura sarà invece “The Flowers of war” di Zhang Yimou interpretato dalla star internazionale Christian Bale. La pellicola, presentata fuori concorso al Festival del Cinema di Berlino nel 2012, e nominata come miglior film straniero ai Golden Globes, racconta il terribile massacro di Nachino, avvenuto in Cina nel 1937. Bale interpreta il ruolo di un impresario di pompe funebri che si finge prete missionario per salvare donne e ragazze cinese dalle violenze dell’esercito giapponese.

Entrambe le sezioni sia quella sul cinema di Hong Kong che quella sul cinema continentale propongono film di vario genere. Nella prima si va dal drammatico “A Fig” diretto da Vincent Chui, alla struggente storia d’amore “Love me not” opera prima di Gilitte Leung, a “Diva” di Heiward Mak omaggio all’industria musicale hongkonghese. La seconda prevede film come “Beijing Flickers”, diretto da Zhang Yuan che racconta le disavventure che capitano a un giovane nello stesso giorno e i suoi tentativi di suicidio, il drammatico “The stolen years” di Barbara Wong, storia di una donna che si risveglia dal coma e non ricorda niente degli avvenimenti della sua vita, il crime-thriller “Lethal hostage” di Cheng Er, e l’adrenalinico Unbeatable” di Dante Lam.

Tre gli ospiti del Dragon Film festival: il regista Zhang Yuan e le star asiatiche Li Xinyun e Jian Ye lan, dopo le proiezioni dei rispettivi film incontreranno il pubblico al cinema Odeon. Tra gli eventi collaterali, il concerto della musiciste NieXin e Liu Xia che si terrà lunedì 26 maggio prima dell’inaugurazione del festival, e mercoledì 28 maggio alla Libreria Feltrinelli di Firenze la presentazione del libro “Il nuovo cinema di Hong Kong e sguardi oltre l’handover” di Stefano Locati e Emanuele Sacchi.

 

 

About Redazione Film4Life 5523 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook