Fermoimmagine: Utopia, uno sgargiante viaggio nella paranoia

Sta per arrivare la seconda stagione della serie britannica creata da Dennis Kelly

The Utopia Experiments è un inquietante e bellissimo graphic novel, talmente immaginifico come delirio paranoico da essere diventato quasi un culto per la cerchia di lettori che sono riusciti a leggerne una copia: quanto ci sia di vero e quanta fantasia si nasconda tra le sue pagine è un argomento inesauribile di ipotesi e discussioni. Per questo, quando un fortunato dichiara di aver ritrovato il manoscritto originale, i primi a saperlo si precipitano al pub dove è fissato l’appuntamento, nella speranza di riuscire a vederlo. Pare infatti che il manoscritto contenga una seconda parte della storia, mai stata pubblicata.

UtopiaC’è però qualcun altro che sta cercando il testo originale di Utopia. Un uomo dallo sguardo stralunato che non si separa mai da una sacca gialla fosforescente e che sembra ossessionato da un’unica domanda, che pone a chiunque si trovi sulla sua strada: «Where is Jessica Hyde?». La trama si sviluppa in soli sei episodi senza lasciare allo spettatore un attimo di distrazione, aprendo in rapida successione interrogativi sempre più spaventosi per poi chiuderli, sistematicamente, uno a uno, sino al finale rivelatore. Trasmessa per la prima volta nel gennaio 2013, la serie prodotta dal britannico Channel 4 ha subito riscosso un grande successo e suscitato qualche polemica per le scene violente di forte impatto che costellano le puntate.

In realtà la violenza impietosa della storia si accorda con una scelta di regia lucida e curatissima. I colori e le luci, spesso e volentieri vividi e accecanti, accompagnano e amplificano le atmosfere della narrazione contribuendo ad un’immersione totale nella vicenda, come se la serie televisiva volesse eguagliare il graphic novel di cui parla.

Al crescendo di tensione contribuiscono anche le ottime interpretazioni di tutto il cast, formato da volti più o meno noti del teatro, della televisione e del cinema. Tra le attrici spiccano Fiona O’Shaughnessy, giovane stella del teatro irlandese, e Alexandra Roach, apparsa sul grande schermo nel ruolo della giovane Margaret Thatcher in The Iron Lady. Tra gli attori invece i nomi più celebri sono quelli di Nathan Stewart-Jarret, tra i protagonisti della serie Misfits, e di Neil Maskell, nominato nel 2011 per i British Indipendent Film Awards come Miglior Attore Protagonista nel thriller Kill List.

Il 4 luglio, dopo più di un anno d’attesa, arriverà finalmente su Channel 4 la seconda stagione di Utopia, formata di nuovo da sei episodi. I primi tre verranno diretti dallo stesso regista che aveva curato i corrispettivi della prima serie, Marc Munden e, a parere del creatore della serie Dennis Kelly, la prima puntata saprà sorprendere il pubblico, lasciandolo a bocca aperta: «We’ve got a very odd first episode, which people are either going to really like or really say “what the fuck did you do that for?” and I’ve got no idea what the reaction’s going to be».

Oltre ai sopravvissuti della prima serie, al cast si aggiungeranno nuovi personaggi, e la lista degli attori che si inseriranno nella storia è lunga e promettente. Tra questi Ian McDiarmid, l’imperatore Palpatine nell’ultima trilogia di Star Wars, Michael Moloney e Trystan Gravelle, mentre tra le interpreti femminili apparirà Rose Leslie, nota per il ruolo di Ygritte in Game of Thrones.

 

 

About Redazione Film4Life 5537 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook