Snack, si gira: Dirty Dancing e il Carpaccio di cocomero

BABY E IL DIVINO PATRICK SWAYZE SI ALLENANO, NEL FRATTEMPO L’ESTATE IMPAZZA E LA VOGLIA DI ANGURIA CRESCE

L’estate è arrivata, finalmente! E’ arrivato il sole, il mare, le partite a racchettoni, l’odore di crema abbronzante e la salsedine che ti spettina i capelli.
Solo la famiglia Haussmann, nella lontana estate 1963, decise di passare le vacanze non sulla spiaggia ma in un lussuoso villaggio turistico tra le montagne, al riparo dal calore e dall’afa. Baby, la diciassettenne figlia prediletta del Sig. Haussmann è seria, studiosa e disciplinata e assolutamente indisposta nei confronti di questa vacanza. Suo malgrado, però si ritroverà totalmente sopraffatta da questo luogo e dalle persone che vi lavorano.

In particolare dal trasporto e dalla sensualità di Johnny Castle (Patrick Swayze nei suoi tempi d’oro) il maestro di latino americano del villaggio e ballerino in coppia fissa con Lisa. Quando quest’ultima, incinta di un ragazzo che si era preso gioco di lei, decide di abortire, Baby si offrirà di prendere il suo posto come partner di Johnny per lo spettacolo finale. Tra un passo di mambo e uno di salsa l’attrazione tra i due diventerà sempre più forte e quella che doveva essere una noiosa vacanza con i genitori si trasformerà nell’estate più bella della vita di Baby…

Questa è la trama di Dirty Dancing (1987), film cult che fu girato con un budget bassissimo e con attori ancora pressochè sconosciuti. La colonna sonora pazzesca, la trama accattivante, il fisico e la bellezza mozzafiato di Patrick Swayze resero, però questa pellicola uno dei più grandi successi degli anni ’80 e uno dei film più parodiati e citati nella cultura cinematografica.

Tutti almeno una volta nella vita avranno provato a fare la “presa dell’angelo” con scarsi risultati, avranno detto “NESSUNO METTE BABY IN UN ANGOLO!” e avranno imparato i passi base del mambo grazie ai due protagonisti (2,3,4-2,3,4-2,3,4….). Sono mille le scene che rimangono impresse nella memoria, ma ce n’è una in particolare che avvicina il personaggio di Jennifer Grey a ognuna di noi.Giovane e assolutamente impacciata, Baby aiuta il cugino di Johnny a portare delle angurie negli appartamenti degli animatori che dopo aver lavorato tutto il giorno si scatenano in feste e appunto….balli proibiti.

Di fronte a così tanta promiscuità e alla bellezza del maestro di ballo, Baby riesce a dire solo: “HO PORTATO UN COCOMERO!”, facendo ovviamente la figura della perdente. Ecco che io invece ho deciso di dare finalmente un vero valore al cocomero che la povera Jennifer Grey ha dovuto portare su per le scalinate del villaggio! In barba all’afa ecco una deliziosa ricetta per l’estate:

CARPACCIO ” I CARRY A WATERMELON”

carpaccio anguriaINGREDIENTI:

– Mezza anguria
– Formaggio feta
– Olive taggiasche denocciolate
– Mezzo limone
– olio, sale e pepe

PREPARAZIONE:

Tagliare il cocomero a fette sottile e privarle poi della buccia. Metterle in un contenitore ermetico o in una ciotola. Intanto sciacquare la feta sotto l’acqua fredda e avvolgerla in carta assorbente per togliere l’eccesso di sale. Dopo questa operazione, sbriciolatela sopra le fette di anguria precedentemente tagliate.
Tritate le olive e aggiungetele nella ciotola. Mentre lasciate riposare preparate un emulsione di olio,sale, pepe e il succo del limone precedentemente filtrato. Servite il vostro carpaccio accompagnandolo con la citronette appena fatta! Ed eccovi pronto un gustoso e ricco piatto freddo……

CONSIGLI:
– Questo piatto è perfetto per una calda serata estiva. Si prepara velocemente, riempe e rinfresca senza dover accendere il forno!
– Con l’anguria restante potete comunque prepararci un sorbetto o perchè no, una sangria aggiungendo anche del melone e delle pesche.
– La scena dove Baby si ritrova negli appartamenti degli animatori con il suo golfino di ciniglia e un cocomero gigante in braccio, segna in realtà il punto si svolta della sua vita: da ragazzina a donna innamorata. Dopo non ci saranno più cardigan o gonne plissettate ma il caldo si farà sentire. La vedremo danzare in fascianti body scollati e shorts di jeans.

Questo film ha fatto innamorare tutti noi e proprio in qualche post precedente avevo giusto citato Ryan Gosling che in CRAZY STUPID LOVE, usa la musica di TIME OF MY LIFE per conquistare il cuore delle sue “prede”. Pietra miliare della mia infanzia DIRTY DANCING è inoltre uno dei film preferiti di mia mamma (appassionata ballerina di latino americano) che non faceva altro che ripetere quanto bello e bravo fosse Patrick Swayze e di quanto sfortunato fosse stato.

La sua scomparsa nel 2009 fu un fulmine a ciel sereno dopo una vita difficile e la concreta possibilità di tornare alla ribalta. Ed ecco perchè a noi piace ricordarlo così com’era: un ballerino e un attore eccezionale che dal nulla è riuscito a conquistare il cuore di un’intera generazione con il suo sorriso e una semplice sequela di passi….2,3,4-2,3,4-2,3,4. Se volete tuffarvi nella nostalgia quindi, non vi resta che guardare Dirty Dancing e godervi il clima estivo dei focosi anni ’60.

 

About Redazione Film4Life 5534 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook