The Beatles – A hard day’s night: recensione film

THE BEATLES – A HARD DAY’S NIGHT, DI NUOVO AL CINEMA PER IL 50° ANNIVERSARIO

a hard day's night locandina filmGENERE: musicale

DURATA: 85′

USCITA IN SALA: 9-10-11 Giugno 2014

VOTO: 3,5 su 5

It’s been a hard day’s night, and I’ve been working like a dog“. Singolare analogia nella famosa canzone dei Beatles, quella da cui Ringo Star trasse il titolo del film che preannunciava il lancio del terzo album della band inglese. The Beatles – a hard day’s night, torna sul grande schermo in versione restaurata e digitalizzata in occasione dei 50 anni dell’uscita del film/disco. Quello che è stato inserito dal British Film Institute nella lista dei migliori film inglesi è il racconto delle ore che precedono l’esibizione dei Fab 4 al Pavillon Theatre di Londra nel ’64.

Girato in bianco e nero, il mockumentary è il ritratto musicale dei quattro musicisti di Liverpool, che ritroviamo in tutta la loro grinta, ironia e fama. La scena iniziale è infatti una delle più famose immagini che vengono alla mente dei Beatles, forse seconda solo alla foto scattata ad Abbey Road: ciak si gira, 4 ragazzi in completo nero e con il caschetto immancabile corrono alla stazione di Liverpool inseguiti da un’orda di fan – prettamente ragazze, c’è da dirlo! – scatenati in pieno delirio. A hard day’s night esce infatti nel momento clue di successo, e mette le basi per farli diventare il mito che oggi conosciamo.

Le scene del film, intrise di humour all’inglese e sketch da migliori sitcom 60ies ma ancora oggi divertenti più che mai, sono infatti intermezzate dai brani del disco che presenta simpatiche ballate, travolgenti melodie romantiche, singoli rock che diventeranno tormentoni inarrestabili, tutti composti interamente da John Lennon e Paul McCartney.

 The Beatles – a hard day’s night, diretto da Richard Lester, è la fotografia di un periodo preciso della storia della band che assaporava la fama senza infondo ancora capirne il peso, ma che alla fine restava composta dai ragazzi di sempre, quelli cresciuti in una città operaia da famiglie spesso non benestanti. Il film è anche uno sguardo iniziale su una società che già cominciava ad impazzire per la ‘Beatlemania’, dove l’ossessione e l’euforia non davano scampo, e che fa riflettere sull’attuale panorama musicale, tra analogie e differenze, band e cantanti dei nostri tempi.

CURIOSITÀ – Nel film sono presenti le seguenti canzoni, alcune tratte dall’album stesso altre dai precedenti dischi: A Hard Day’s Night, I Should Have Known Better, If I Fell, I’m Happy Just to Dance with You, And I Love Her, Tell Me Why, Can’t Buy Me Love, I Wanna Be Your Man, Don’t Bother Me, All My Loving, Ringo’s Theme (This Boy) e She Loves You.

 

About Redazione Film4Life 5534 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook