I 100 momenti più importanti del cinema secondo CineFix

UNA LISTA CHE LASCIA CON UN PIZZICO D’AMARO IN BOCCA

i400colpiNosferatu vs Pretty Woman, Arancia meccanica vs “Lilli e il vagabondo”.
Non siamo di fronte a dei crossover, siamo di fronte a dei titoli inseriti nella lista stilata da Cinefix. Si passa da “L’arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat” dei fratelli Auguste e Louis Lumière a “Tempi moderni” e al “Grande Dittatore”. Spazio viene dato a “Les voyage dans la Lune” di Georges Méliès e al lavoro più conosciuto di Fritz Lang, Metropolis. Si passa con un volo pindarico da “Quarto potere” a “I predatori dell’arca perduta” per approdare a “Casablanca”. In un susseguirsi di immagini vengono incastonati pezzi de “La vita è meravigliosa“, incredibile ed imperdibile film di Capra, l’inseguimento dell’aereo in “Intrigo Internazionale”.

 

Billy Wilder, Sergio Leone, Martin Scorsese, Federico Fellini, Francis Ford Coppola, Ingmar Bergman, François Truffaut , Stanley Kubrick, Luis Buñuel, Alfred Hitchcock, William Friedkin (ma il Friedkin de “L’esorcista”, quello de “Il braccio violento della legge” sembra non interessare a nessuno), Fritz Lang e tanti altri si incontrano così in una lista che va presa con le pinze.

Ottima per i curiosi e per chi è interessato ad entrare nel mondo del Cinema, un po’ meno per chi già ne fa parte. E ancora “Requiem for a dream”, “Via col vento”, “il mago di Oz”, “Singing in the rain”, “Titanic”, “E.T”, “Manhattan”, “Colazione da Tiffany”, senza scordare “Il laureato”, “American beauty”, “Harry ti presento Sally”, “Easy rider”, “Il padrino“, “lo squalo“, “Jurassic park”, “King Kong”, “Toro scatenato“, “Star wars”, “Matrix”, “Scarface”, “Pulp fiction”, “Quinto potere” e tanti altri.

Sul finale un John Wayne in Sentieri selvaggi che si sposa sempre bene in qualsiasi lista. Perché in fondo, con un John Wayne fuori dalla porta tutti siamo un po’ più al sicuro.

Una classifica commerciale, piuttosto americocentrica che abbraccia per la minima parte i titoli provenienti al di là degli Stati Uniti; l’assenza di Melville, la mancanza di Yasujiro Ozu o di Kurosawa, la presenza di un solo titolo di Lang (Metropolis), l’ignorare le pellicole di Herzog e via dicendo la dice lunga sulla qualità. Senza dubbio la lista andrebbe fatta per periodi ma anche in questo caso le difficoltà sarebbero parecchie. Di titoli ce ne sarebbero un’infinità da inserire, fare una cernita in materia è un’impresa ardua, quindi non ci resta che rilassarci e gustare il video.

La domanda viene spontanea. Secondo voi ? Quali sono i momenti della storia e della vostra storia cinematografica ?

 

 

About Redazione Film4Life 5523 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook