Venezia 71 – The Cut: recensione film (in Concorso)

IL GENOCIDIO ARMENO RACCONTATO DAL SILENZIO DI UN PADRE ALLA RICERCA DELLE PROPRIE FIGLIE

the-cut1VOTO: 3 su 5

Tema tosto quello di The Cut che parte come un progetto ambizioso e pronto a scavalcare quella frontiera dell’ovvio troppo spesso presente sul grande schermo. Il film, diretto da Fatih Akin, in ben due ore racconta la dolorosa vicenda del genocidio armeno, ma lo fa spostando l’attenzione su la speranza, di un padre sopravvissuto, di ritrovare le due figlie gemelle. Tra marce della morte, violenza e volti privati anche delle lacrime cammina lenta e con i piedi legati una delle più tristi vicende della storia. Le immagini non colpisco né tantomeno affiora quel trasporto emotivo che tale vicenda dovrebbe suscitare. A parte l’inizio, che sembra raggiungere gli obiettivi proposti, il resto della pellicola è un continuo viaggio che finisce per perdersi ad ogni cambio di paesaggio o città, fino a raggiungere l’ultima meta. Non vi è alcuna attesa, il regista e la sceneggiatura stessa accompagnano per mano lo spettatore sin dall’inizio portandolo al termine con linearità, senza alcuno sforzo.

L’ambizione c’è e tanta, lo si nota non solo dal tema proposto ma dalla stessa voglia del racconto che assorbe per ben due ore filate lo spettatore. Manca quella dimensione pensata e mai espressa che in più parti del film rimane attaccata ad un filo come panni stesi ad asciugare. Lo stesso viaggio compiuto dal protagonista sembra estraniato dal contesto, il tutto è fermo e immobile, i paesaggi cambiano senza trasformare nulla. Si sa già come andrà a finire e questo porta su di un piano statico e alcune volte pesante la pellicola. Lo spettatore, privato di stimoli, aspetta che il tempo trascorra fino all’ultimo minuto attendendo qualcosa che è già pienamente scritto e detto sin dall’inizio. Peccato che l’ambizione che esce dallo schermo e si sente nell’atmosfera non riesca in nessun modo a sollevare il film, The Cut non arriva e di certo non raggiunge il livello che tale tema richiederebbe.

About Redazione Film4Life 5534 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook