Novità al cinema: i film da non perdere

I FILM DA NON PERDERE TRA LE NOVITÀ IN SALA DEL WEEKEND

Lasciatoci alle spalle il Roma Film Fest, l’unica atmosfera cinematografica che possiamo percepire è tornata quella classica di ogni giovedì. L’attesa è trepidante infatti per i consigli che ogni settimana vi diamo selezionando qualche film da non perdere nella moltitudine di titoli che una volta ogni sette giorni escono nelle sale. C’è un film particolare oggi tra le novità, perchè purtroppo per l’ultima volta torna sul grande schermo Philip Seymour Hoffman con il film realizzato poco prima di venire a mancare, e per fortuna perchè ci ha regalato una splendida interpretazione che ci fa sentire ancor più il peso della sua mancanza. Oltre a questo tanti film che possono accontentare la maggior parte di voi! Buona scelta e buon weekend!

FILM DA NON PERDERE:

LA SPIA – A MOST WANTED MAN – ultimo grandissimo ruolo di Philip Seymour Hoffman

Quello del regista Anton Corbijn è un thriller freddo come l’atmosfera tedesca, senza sentimento e dal carattere buio. L’unico che tira fuori le unghie e che crede in quel che sta facendo – metaforicamente e artisticamente parlando – è Philip Seymour Hoffman, che in questo suo ultimo film ha dato davvero il meglio di sé interpretando un uomo dall’animo tormentato da vicende passate che lo hanno profondamente segnato e che adesso sono il motivo per cui vuole portare a segno la missione. Che abbia sentito il personaggio come una sorta di rivalsa anche nei suoi confronti? Nessuno potrà mai dirlo, purtroppo.

CONFUSI E FELICI – per curiosi alla ricerca di una commedia

Dopo anni di scrittura e recitazione Massimiliano Bruno ha deciso di passare, senza però lasciare i suoi primi amori, alla regia facendo un grandissimo regalo alla commedia italiana bisognosa di cineasti che non basino l’ironia del loro lavoro sulla volgarità gratuita o sulla presenza in una pellicola di quei tipi da cabaret. A tre anni dal suo esordio dietro la macchina da presa con Nessuno mi può giudicare e a due da Viva L’Italia, Bruno ritorna con la corale commedia Confusi e Felici in cui stavolta il personaggio intorno al quale tutti gli altri ruotano è Marcello (Claudio Bisio), uno psicanalista depresso (ossimoro delizioso come delizioso era il politico-sincero di Viva l’Italia) il cui malessere si trasforma, suo malgrado, in una malattia che sfocia nell’irreversibile cecità.

RITORNO A L’AVANA – per curiosi nostalgici

un gruppo di amici composto da un pittore anti-castrista, una oculista con figli a Miami, un ingegnere nero che per sopravvivere è costretto a fare batterie, un dirigente corrotto stanno svolgendo una festa privata in onore di Amadeo lo scrittore mancato. L’atmosfera è allegra e spensierata, il ritorno di un amico fedele è celebrato nel riso e nello scherzo, nel ricordo e nel rimpianto. Dal tramonto all’alba il gruppo ricorda la giovinezza, le passioni, i loro ideali. Ma le apparenze ingannano. Il film è duro contro il regime, e critico sul presente, un presente fatto di uomini sfiduciati e di sogni infranti.

DRACULA UNTOLD – per NON curiosi

La mancanza di coerenza è la piaga del nuovo millennio. Almeno in ambito cinematografico, creare suspence e tensione in una storia che fa acqua da tutte le parti è difficile, complicato da difendere, arduo da declinare. In Dracula Untoldc’era una volta in Transilvania un guerriero sanguinoso chiamato Vlad l’Impalatore (fin qui la conosciamo la storia…), diventato poi redento e buon padre di famiglia, che per difendere il suo popolo dall’invasione turca decide di abbracciare le tenebre e diventare un vampiro.

LAST SUMMER – per curiosi di novità

Una madre proprio come Naomi (Rinko Kikuchi) che ha quattro giorni di tempo sullo yacht del suocero per salutare, un’ultima volta, il figlio Ken di sei anni, prima di perderne definitivamente la custodia. Leonardo Guerra Seragnoli parla di questo nello splendido, toccante e candido Last Summer. Un film che è un viaggio nelle sensazioni intime e riservate di una donna e del proprio figlio, nello spazio artefatto di una lussuosa barca, quando tutt’intorno c’è il mare che ondeggia come ondeggia la macchina da presa che, silente, osserva senza giudicare mai i motivi per cui si è arrivati ad una scadenza tanto dolorosa quanto inevitabile.

 

 

About Redazione Film4Life 5529 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook