Roma Film Fest 2014 – My Italian Secret / The Forgotten Heroes: recensione film (Eventi speciali)

OREN JACOBY CON IL DOCUMENTARIO MY ITALIAN SECRET RACCONTA L’AIUTO SINCERO E SILENZIOSO DEGLI ITALIANI NEI CONFRONTI DEGLI EBREI PERSEGUITATI DURANTE IL CAPITOLO PIÙ OSCURO DEL ‘900

bartali

GENERE: documentario

VOTO: 4 su 5

Ci sono storie che nessuno mai ha raccontato prima, vicende fatte di sacrificio, amore, abnegazione e spassionato coraggio tirato fuori proprio nel momento più delicato del ‘900, nella piena oscurità delle leggi raziali e della Seconda Guerra. Infatti, in Italia, in pieno Fascimo, silenziosamente e ardentemente, sono stati aiutati migliaia di Ebrei perseguitati , messi in salvo da italiani consacrati eroi dal ricordo di una storia ancora troppo vicina e pericolosa.

Prendendo in considerazione proprio queste celate e nascoste storie Oren Jacoby parte dagli Stati Uniti per raccontarle attraverso un documentario nel suo My Italian Secret – The Forgotten Heroes. L’opera, raccontata dalla voce di Isabella Rossellini, è delicata, malinconica, per certi versi drammatica ma ricca di positivtà come riportano i protagonisti delle inveterviste, è un percorso che attraversa sincere e vere testimonianze di chi è stato protagonista in prima linea nell’eterno combattimento del Male. È incantevole e commovente ritrovare negli occhi delle persone, anche attraverso uno schermo bianco, le stesse identiche paure ed emozioni che, ovviamente, sono tutt’ora impresse nella pelle, nell’anima e nei nervi creando una sorta di documento vivente di una Memoria che proprio attraverso opere del genere aiutano, per certi versi, a mantenere vive le narrazioni di chi si è ritrovato prima sul ciglio del burrone e poi spinto giù nell’infinita prodondità di esso.

My Italian Secret alterna così i filmati d’epoca, le ricostruzioni e i  volti degli interessati, in un documentario che parte dalla figura di Bartali, italiano nel midollo e Giusto nel Giardino dei Giusti, che attraverso la sua bicicletta ha aiutato innumerevoli persone, da Firenze ad Assisi in una strada silente vigilata dagli alberi e tagliata dalla sua ardente sensibilità di essere umano. Perché, come diceva lui, il bene va alimentato e perseguito silenziosamente per essere considerato tale.

About Redazione Film4Life 5523 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook