Snack si gira: Soul Kitchen e la Mousse di cioccolato bianco con lamponi

DAL RISTORANTE PIU’ CAOTICO E SOUL D’EUROPA UNA DOLCE RICETTA CHE RISVEGLIERA’ I VOSTRI SENSI

mousse-con-lamponiChiudete gli occhi e immaginate un open space dalle alte vetrate, un vecchio magazzino trasformato in un ristorante dai pavimenti in legno, dall’atmosfera calda ed accogliente, immaginate muisca soul che suona di sottofondo, persone di ogni genere e stile che mangiano, bevono shots e ballano…benvenuti al Soul Kitchen!

Questa settimana la mia ricetta s’ispira al film Soul Kitchen, uno dei miei preferiti degl’ultimi anni. Pellicola el 2009, diretta dal regista tedesco di origini turche Fatih Akin (La Sposa Turca, Crossing the bridge), dove ironia intelligente, una colonna sonora che farebbe alzare dalle proprie sedie chiunque e personaggi inusuali di cui è impossibile non affezionarsi, creano una storia appassionante e coinvolgente. Una favola metropolitana ambientata in un’Amburgo fredda ma piena di vita, che racconta la storia di un ristorante, del suo proprietario e di tutte le persone che, per un motivo o per l’altro, varcano la soglia del Soul Kitchen, intrecciando inevitabilmente le proprie storie.

Il film racconta la storia di Zinos Kazantsakis, di origini greche (Adam Bousdoukos), proprietario di un malandato e malmesso ristorante nella periferia di Amburgo, durante un periodo particolare della sua vita dove tutto, proprio tutto, sembra non andare per il verso giusto. Gli ispettori delle tasse chiedono pagamenti arretrati, il suo staff teme di non essere pagato per le ore di lavoro, un vecchio amico di scuola vuole comprare la struttura, e l’anziano marinaio, che vive a lato del ristorante cercando di terminare un’interminabile barca, non riesce mai a pagare l’affitto. Il menù del ristorante è triste come i suoi clienti, che non vanno al Soul Kitchen per assaggiare ricette gourmet, ma bensì per riempire la pancia con pesce surgelato strafritto e birra. Come se non bastasse, l’amore della sua vita, Nadine, si sta trasferendo a Shangai per motivi di lavoro e non perde occasione per sottolineare che il ristorante di Zinos è un fallimento e che sarebbe meglio venderlo o affidarlo ad altri. Tutto sembra crollare quando, a peggiorare la situazione, Zinos danneggia la sua ernia spostando una vecchia lavastoviglie ed il fratello ladro e giocatore d’azzardo, in libera uscita giornaliera dalla prigione, torna con la speranza di essere aiutato a stare il più lontano possibile dalla cella.

Per fortuna qualcosa di positivo in tutte le disavventure del povero Zinos sembra arrivare. L’incontro con uno chef alcolizzato (Birol Ünel), dal carattere burbero ma dal talento indiscutibile, aiuterà il nostro proprietario sfortunato a trasformare il Soul Kitchen in un vero ristorante, diverso dal solito certamente, ma dal menù delizioso: finalmente piatti e musica che fanno bene all’anima! Riusciranno i nostri eroi a mantenere il Soul Kitchen come una mecca della buona cucina e del divertimento in questa fredda e invernale periferia di Amburgo o qualcos’altro, o qualcun’altro, ostacolerà i buoni propositi del protagonista?

Nelle numerose scene di preparazione in cucina, ve n’è una che fa sicuramente venire l’acquolina in bocca. Zinos, curioso nell’apprendere i trucchi del mestiere, osserva ogni mossa dello chef Shayn, imparando a montare gli albumi delle uova a neve ferma, a tagliare le verdure in maniera professionale e affilare i coltelli. Ed ecco che tra i vari ingredienti, accumulati sul tavolo da lavoro, intravediamo cioccolata biancha e vaniglia: lo chef è intento a mescolare un’invitate crema in cui si aggiunge una spezia molto speciale: è un dolce dal gusto irresistibile, quasi afrodisiaco. Lasciatevi tentare dalla Mouse di cioccolata bianca e lamponi mentre scoprite l’avvenire di un ristorante unico nel suo genere. Buona visione e buon dessert!

Come preparare la Mousse di cioccolato bianco e lamponi:

Ingredienti per 4 persone:

– 150 gr di cioccolato bianco in tavoletta
– 125 ml di panna fresca da montare
– 2 uova intere
– un pizzico di sale                                                                                                                                                                                                                 – una vaschetta di lamponi
Preparazione:

Sciogliere a bagnomaria il cioccolato tagliato a pezzetti. Una volta sciolto metterlo da parte e fargli raggiungere la temperatura ambiente. In una ciotola separare i bianchi dai tuorli. Mettere da parte i tuorli e montare a neve ben ferma i bianchi con un pizzico di sale. Mettere da parte.In un’altra ciotola montare la panna fresca fino a renderla ben ferma. Mi raccomando, la panna deve essere freddissima.
Prendere i bianchi montati e con la frusta elettrica incorporarvi dentro i rossi, uno alla volta.

Una volta amalgamati unire il cioccolato bianco e molto delicatamente mescolare dal basso verso l’alto. Unire anche la panna un po’ per volta e amalgamarla delicatamente con la spatola per evitare di smontare il tutto. Versare il composto nelle coppette . La mousse è pronta per il riposo in frigorifero, che non deve essere inferiore alle 4-5 ore. Abbiate pazienza, decorate con lamponi freschi e non siate precipitosi. L’attesa verrà ripagata.

 

VALERIA BATISTINI

 

About Collaboratori Esterni 392 Articoli
Le migliori rubriche scritte dai nostri collaboratori