Paddington: Recensione film

L’ORSETTO PADDINGTON FA IL SUO GRANDE DEBUTTO SUL GRANDE SCHERMO

GENERE: Commedia,

DURATA: 97’

USCITA: 25 Dicembre 2014

VOTO: 3,5 su 5

60985E’ il 13 ottobre 1957 quando il simpatico e dolce musetto di un cucciolo di orso proveniente dal ”profondo Perù” fa per la prima volta capolino nella fantasia di milioni di bambini inglesi.
Paddington e il suo cuore disperso nella sconosciuta metropoli sono guidati dalla mente e dalla penna di Michael Bond e raffigurati dalle illustrazioni di Peggy Fortnum. In poco tempo l’orsetto con Montgomery blu e cappello rosso fa breccia nei cuori dei più piccoli e diventa in pochi anni un classico e un successo letterario per l’infanzia senza precedenti in Inghilterra.
Oggi, dopo quasi sessant’anni dalla sua nascita, il produttore della saga di Harry Potter, David Hayman, porta questo dolce protagonista sul grande schermo coadiuvato dalla direzione del regista Paul King e da un cast di prim’ordine.

La storia del film riprende le avventure dell’orsetto protagonista dalla primissima serie di racconti pubblicati; dal suo arrivo a Londra, all’incontro con la famiglia Brown, prendendo poi spunto in maniera molto fedele dalle sue comiche disavventure. Con la raccomandazione scritta su un cartellino appeso al collo dalla zia Lucy :“Per favore prendetevi cura di quest’orso. Grazie.”, Paddington si butta alla ricerca di una famiglia nella Londra dai toni caldi e dai colori accesi dello scenografo Gary Williamson. E così, nella stazione ferroviaria dalla quale prende il nome, viene scoperto dalla famiglia Brown, che, nonostante le esitazioni di Mr. Brown (Hugh Bonneville), grazie al candore e all’istintivo senso di soccorso di Mrs. Brown (Sally Hawkins), lo accoglie dandogli la speranza di una vita a Londra e quell’amore che cerca. Ciò che Paddington non sa è che dovrà riuscire a sfuggire alla pericolosa Millicent (Nicole Kidman), una temibile imbalsamatrice pronta a tutto pur di saldare un conto in sospeso che cova da più di quarant’anni.

Doppiato da Ben Whishaw (Skyfall, Io non sono qui) nella versione originale, dopo un dietro front della prima scelta Colin Firth, e da Francesco Mandelli (I soliti Idioti, Pazze di me) in quella italiana, l’orsetto Paddington è dipinto con estrema dolcezza attraverso uno humor originale che ben incarna l’animo british della favola. Il ritmo in questa deliziosa pellicola mai annoia lo spettatore più piccino né quello più “maturo”, dimostrandosi un perfetto esempio di quello che significa film per tutta la famiglia. Con un livello di realizzazione eccezionale, che comprende la resa artistica degli interpreti, la quasi perfetta rappresentazione grafica del protagonista e la scrittura brillante e dinamica dei dialoghi, Paddington è l’intrattenimento al cinema per bambini e non, perfetto per goderne sotto le feste Natalizie.

 

About Redazione Film4Life 5521 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook