Il Grande Freddo (The Big Chill)

THE BIG CHILL E’ UNA PUNGENTE COMMEDIA CHE RIFLETTE SULL’AMICIZIA, LA COMPLESSITA’ DEI RAPPORTI CON LO SGUARDO DELLA GENERAZIONE AUTRICE DEL ’68, PROFONDAMENTE CAMBIATA QUINDICI ANNI DOPO

Director With Cast Of 'The Big Chill'

Ogni tragico evento ha il potere di sconvolgere la vita. La perdita di una persona cara cambia radicalmente la vita di tutti coloro che vi erano amici, compagni, familiari. L’evento tragico ha il potere di sconvolgere sì, ma anche di riavvicinare, di far rivivere attraverso il riavvicinamento sensazioni dimenticate di fratellanza, affetto e amicizia. Quelle stesse sensazioni che ci riscaldano dal “grande freddo” della vita, fuori dalle nostre personalissime e calde mura, che siano gli amici o la famiglia.
Di questo, e non solo, parla il film del 1983, The Big  Chill, Il Grande Freddo.

La scomparsa del giovane suicida Alex riavvicina tutti i suoi amici ed ex-compagni di università nella casa del vecchio amico Harold e di sua moglie Sara, villa vicino alla quale Alex ha vissuto l’ultimo periodo della sua esistenza con Chloe, innocente ballerina. Così, riuniti sotto le stesso tetto per un tragico motivo, questi giovani amici, oramai alle prese con la vita adulta, si ritrovano a confrontarsi con il passato, con aspirazioni deluse e mai del tutto realizzate, a convivere con i propri problemi, a riscoprire vecchi sentimenti congelati nella vita di tutti i giorni e a scoprirsi completamente diversi da come si vedevano anni prima, durante i rivoluzionari anni del ‘68. La pellicola pone così una lente d’ingrandimento non solo sulla sfera emozionale di un gruppo di amici, ma anche sulla generazione che negli anni 60 ha combattuto per dei valori che quindici anni dopo non esistono più. Diventati totalmente vittima e artefice di un sistema basato proprio su quello che hanno amaramente e appassionatamente contestato in giovane età. Carriera, alcool, televisione, rapporti familiari falliti, soldi, argomenti frivoli eppur enfatizzati, compromessi: per la maggior parte di loro tutto ciò è diventato pane quotidiano. Il Grande Freddo è il ritratto di un gruppo di adulti con la visione della vita e della società completamente cambiata, priva del calore degli ideali di vent’anni prima.

Autore e regista del film, scritto a quattro mani con Barabra Benedek, Lawrence Kasdan è uno dei grandi geni di Hollywood che delle colline del cinema americano ha scritto la storia. Il regista è infatti autore dei più grandi successi mondiali del cinema targato U.S.A. E’ stato sceneggiatore di ben due capitoli della saga di Star Wars, oltre all’ultimo in arrivo a fine anno, Il risveglio della Forza, e autore del primo capitolo di Indiana Jones, I predatori dell’arca perduta.

Il regista mostra con efficacia come i rapporti di amicizia veri siano duttili, non sottoponibili ad una mera semplificazione. Come spesso l’accettazione di un compromesso possa essere la via della salvezza di un rapporto ben più importante di un errore legato ad una passione, o ad una incompatibilità legata a scelte di vita differenti.
Lo stile con il quale la vicenda viene introdotta è tipico degli anni ’80, dinamico e attraente. I dialoghi possiedono una profondità celata dietro un umorismo pungente, vero e, a tratti, improvviso. La bravura degli attori è ben bilanciata e questo ne fa una buona commedia corale dalle punte drammatiche. Con un ottimo cast, non ancora così famoso all’epoca, che va da William Hurt a Kevin Kline, da Glenn Close a Jeff Goldblum, The Big Chill è una pellicola da riscoprire perché possiede il grande merito di aver dato forma ad un tipo di commedie basate sull’amicizia, i rapporti perduti e d’improvviso ritrovati, e di aver influenzato il cinema italiano in maniera concreta. Esempio ne sono Gabriele Salvatores, con Marrakech Express e, ancor di più, Carlo Verdone con Compagni di Scuola, che si sono apertamente ispirati a questo successo americano degli anni ’80.

About Redazione Film4Life 5523 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook