Detectorists: Crook e Jones alla ricerca del tesoro

FERMOIMMAGINE: DUE BUFFI AMICI A CACCIA DI UN TESORO SEPOLTO

DetectoristsLeggere il nome di MacKenzie Crook forse non richiama subito alla memoria un volto preciso ma, non appena l’attore compare sullo schermo, non è difficile per lo spettatore riconoscerlo come il pirata dall’occhio di legno nella saga dei Pirati dei Caraibi. In coppia con Lee Arenberg per i primi tre capitoli della serie, Crook deve infatti la sua fama al ruolo del bucaniere Ragetti, personaggio secondario ma protagonista di svariati intermezzi comici, membro della ciurma al seguito di Johnny Depp, Orlando Bloom e Keira Knightley.

Sebbene sia noto al grande pubblico soprattutto per la sua partecipazione alla trilogia diretta da Gore Verbinski, MacKenzie Crook ha in realtà alle spalle una lunga carriera iniziata in teatro e numerosi ruoli collezionati tra cinema e televisione. Oltre alla recitazione poi, ha sempre coltivato l’arte della sceneggiatura, allenandosi a scrivere sin dagli esordi piccole scene e sketch umoristici. L’anno scorso, per la prima volta ha dato vita a una sua creazione, passando dietro alla macchina da presa e dirigendo per la BBC una serie televisiva.

Detectorists si articola in soli sei episodi della durata di trenta minuti ciascuno. La trama, semplice, delicata e ricca di sottile umorismo, segue le vicende di Andy e Lance, migliori amici uniti dall’insolita passione per il metal detector: tra linguette di lattine, bottoni e macchine di latta, i due sognano di scoprire nei campi intorno al loro villaggio l’antico tesoro dei re sassoni che un tempo abitarono quelle terre. All’ambiziosa ricerca si intrecciano tragicomiche vicende sentimentali, i rapporti con gli altri sei membri del club di detectorists del paese e la rivalità con un un club rivale e senza scrupoli.

Le musiche e la fotografia incorniciano con canzoni d’autore e luci soffuse le ambientazioni di un tipico villaggio inglese immerso nella campagna. Con una regia diretta ed efficace MacKenzie Crook mostra allo spettatore le accoglienti atmosfere dei piccoli pub di provincia, ma lo stupisce anche con il panorama che possono offrire i campi inglesi nei vari momenti della giornata, dai primi raggi dell’alba sino al crepuscolo. Le tre ore di visione scorrono piacevoli e senza sforzo, provando l’abilità di Crook e di tutti i suoi comprimari.

Basti pensare che nei panni di Lance troviamo Toby Jones, all’apice del suo successo dopo la partecipazione a saghe di fama mondiale come The Hunger Games e Captain America, ma che molti conoscevano già per la sua interpretazione di Truman Capote in Infamous o per la sua voce, che nei film di Harry Potter dà vita all’elfo domestico Dobby. La chiave di volta di Detectorists è la perfetta intesa tra i due protagonisti, scandita tranquille chiacchierate e divertenti battibecchi, degni di una vecchia coppia sposata.

Accanto a loro non mancano personaggi buffi o singolari, che rappresentano però benissimo alcune tipiche figure che ogni piccola comunità potrebbe facilmente vantare: si passa così con leggerezza dal presidente di un club di soli otto membri che per i suoi discorsi si ispira alle parole di George Washington all’inquietante ma simpatico proprietario terriero che discorre tutto il giorno con i suoi cani invisibili.

Grazie al buon successo di critica e pubblico, per l’autunno del 2015 è già stata programmata una seconda stagione, augurandosi che, come la prima, si riveli un piccolo tesoro.

 

About Redazione Film4Life 5523 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook