Le paturnie…Colazione da Tiffany

PINK CARPET: PATURNIE, ANCHE LE STAR HANNO LE LORO

colazionedatiffanylocandina-Le paturnie sono orribili è come un’improvvisa paura di non si sa che…le è mai capitato a lei?-
-certo-
-in questi casi mi resta solo una cosa da dover fare, prendere un taxi e correre da Tiffany è un posto che mi calma sempre, lì non può accaderti niente di brutto. Se io trovassi un posto in questo mondo che mi facesse sentire come da Tiffany comprerei i mobili e dare al gatto un nome-

Audrey Hepburn in colazione da Tiffany

Noi donne ci conviviamo con le paturnie, ce le mettiamo a dosso con la stessa capacità con cui compriamo una borsa. Non esiste donna che non abbia le paturnie. Alcune le mascherano meglio di altre, cosa che riescono a fare peggio dell’incapacità di camminare su un tacco 12, ma stanno lì pronte ad emergere quando meno te le aspetti. Alla fine si riesce anche a gestirle , ognuna con il suo metodo .

Ci sono quelle da paturnie silenziose, quelle con le paturnie ad intermittenza o fisse come le tasse a fine mese, ci sono quelle da paturnie isteriche e acide come la panna scaduta. Non c’è niente da fare, una donna su due si alza la mattina e il mondo intero sembra essere contro di lei. I sintomi variano da soggetto a soggetto eppure la cura può variare (il cioccolato è sempre un ottimo amico!). Le paturnie sono tutte diverse, come le donne del resto. Eh ma nessuna è immune, non fate scherzi ammettetelo, le abbiamo tutte e tutte ci conviviamo come quel chiletto malefico che non si riesce mai a buttare giù.

Se anche Audrey Hepburn soffriva di paturnie allora si può stare tranquille. Impossibile non ricordarsi colazione da Tiffany, uno dei cult senza tempo da vedere e rivedere. La sbadata e affascinante Holly è da sempre l’icona di eleganza che riesce ad unire la semplicità delle donne comuni alla classe delle grandi dive. Come tutte le donne con la D maiuscola è difficile e complicata con quella paura delicata di lasciarsi prendere e di istaurare legami. Arrivano così le paturnie come una paura di non si sa che cosa, quella paura che non fa dormire la notte o che fa dormire troppo per non prendere di petto le giornate. In Colazione da Tiffany Audrey Hepburn le risolveva andando nel famoso negozio Tiffany, le bastava stare lì per ritrovare la tranquillità. Oggi chi lo sa le donne come risolvono le proprie.

Niente ansia ognuna ha le sue e ognuna sa come gestirle e quando arrivano bisogna solo lasciare che passino. Il grande mistero sta nel farsi capire, a volte è impossibile spiegare da dove derivano. Un mistero vecchio quanto il mondo: quando una donna alla domanda:  <<che hai?>>  Risponde: << niente>> spesso e volentieri è vero, sono solo paturnie, vengono come sono arrivate.

Trovate il vostro posto unico, trovate il vostro negozio di Tiffany o qualcuno speciale che sappia come fermare i pensieri più disparati.

 

http://youtu.be/_5_85t-H8bs

About Redazione Film4Life 5523 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook