Pink Carpet: “miracoli”da botox

BOTOX: LA PUNTURINA CHE GONFIA VOLTI SCONFIANDONE LA PERSONALITA’

botox3Una mela al giorno toglie il medico di torno diceva un vecchio proverbio, ma ora ai rimedi naturali si preferisce, come elisir di lunga vita, qualche ritocco dal chirurgo plastico. Il chirurgo rappresenta per le donne il migliore amico, andare da lui è terapeutico come fare shopping e di questi tempi lo si fa con la stessa semplicità.

La paura delle donne nel nuovo millennio non è certo rimanere sole, ma invecchiare. Addirittura ci sono quelle che decidono di “rinascere” cambiando faccia, ma tagliarsi i capelli non basta più? A quanto pare no, una punturina e il mondo ci sorride, ci si sente più giovani, forti e pronte a ricominciare. Purtroppo spesso la chirurgia invece di migliorare crea dei veri e propri disastri a quali riparare non è possibile.

Il concetto di bello diventa così artefatto da far paura, il finto vince e l’estetica diviene plastificata come quella delle barbie che abbiamo sempre cercato di non essere. Eppure la bellezza da bambola torna di moda e chiudendo gli occhi ce la mettiamo a dosso come una mostruosa maschera di carnevale, stringiamo la bocca per non ridere affinché nessuna ruga si impossessi del nostro viso. Quello che spaventa e di cui pochi si accorgono è quanto la chirurgia, gonfiando labbra e zigomi, vada a sgonfiare la personalità dei volti.

L’ultimo caso è quello di Uma Thurman, lei che con quegli occhi ha fatto innamorare generazioni, lei che con quelle labbra ha sciolto cuori, lei che con quella faccia ha bucato lo schermo diventando uno dei volti più riconoscibili del cinema. Persino una delle regine di Hollywood ha ceduto alla magia del botox, lei l’inimitabile Mia decide di nascondersi dietro un nuovo volto. Uno shock per i fan che non riconoscono la nuova Uma.

Altro caso eclatante degli ultimi mesi è la nuova faccia che Reneè Zellweger ha deciso di indossare. La paffuta Bridget Jones diventa un’altra persona, il botox in questo caso ha completamente cambiato le sembianze del viso dell’attrice. I lineamenti, morbidi e genuini, diventato spigolosi e tirati. Tanti (troppi!) sono i casi, soprattutto tra le star, di ritocchi estremi e mal riusciti. Eppure nonostante i risultati le donne pare proprio che di botox non possono farne a meno.

Ma poi le rughe, come segni di penna, ci ricordano chi siamo, quelle che siamo state. Sono quei graffi che ci siamo fatte sulla pelle correndo contro qualcosa o qualcuno. Sono come abbracci che non abbiamo dimenticato di dare, sono il sorriso che inconsapevole è nato davanti allo specchio, sono le tante lacrime che ci hanno solcato gli zigomi. Ecco la personalità che ogni volto ha in sé, quella che non si può sgonfiare o nascondere. Piacersi è un buon modo per piacere agli altri e se il tempo passo che lo faccia. Ci sono rughe che nascono vicino alla bocca, ognuna ha il nome di chi tutti i giorni ci porta a sorridere.

“ Lasciami tutte le rughe , non me ne togliere nemmeno una. Ci ho messo una vita a farmele venire “ A. Magnani

About Redazione Film4Life 5536 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook