Faust di F.W. Murnau: Cinema di Ieri

CINEMA DI IERI CI PORTA ALLA RISCOPERTA DEL FAUST DI MURNAU

Faust locandina“Tutte le cose in cielo e in terra sono meravigliose, ma la più grande meraviglia è la libertà dell’uomo di poter scegliere tra il bene e il male”. 

Faust (Faust – Eine deutsche Volkssage) è un film muto di Friedrich Wilhelm Murnau che si basa su un antico racconto popolare tedesco, attingendo sia alla classica versione del racconto realizzata da Goethe sia all’opera teatrale di Marlowe. E’ l’ultimo film tedesco del regista, che partirà subito dopo verso l’America a girare Sunrise.

Il diavolo entra in scena esclamando: “La terra è mia!”. Ma un Arcangelo gli sbarra la strada. “La terra non sarà mai tua: L’uomo appartiene a Dio!”. La Figura di Satana di spalle si insinua come fosse un’ombra sulla figura angelica dell’arcangelo. La luce che si propaga da quest’ultimo sembra però prevalere sull’oscurità del demone.

Viene presentata cosi, all’inizio del film, in una scena estremamente d’effetto e carica di tragicità, la continua lotta tra bene e male, tra luce ed ombra, tra dio e satana. Per risolvere lo scontro scommetteranno sull’anima di Faust. Qualora il diavolo riuscisse a corromperla la terra sarà finalmente sotto il suo dominio.

Le forze demoniache entrano quindi in azione: la sagoma di Mefistofele incombe sulla cittadina di Faust e i terribili risultati si faranno presto vedere. La tragedia ha inizio con lo svenimento di un uomo, a cui presto ne seguiranno molti altri. S’innalza un unico grido pieno di terrore: “La peste! La peste!”.

Faust, medico e alchimista si sentirà impotente di fronte all’epidemia inarrestabile. Ed è cosi che il diavolo raggiungerà il proprio obiettivo: riuscirà a tentare Faust promettendogli di poter salvare i suoi concittadini. In una scena in cui il gioco di luce ed ombre risalta la tragicità della situazione, al viso tormentato di Faust si sovrappongono le braccia tese verso il cielo, in cerca d’aiuto, dei cittadini sopraffatti dalla peste. Inizialmente quindi è solo per solidarietà ed umanità che Faust sarà spinto ad accordarsi con il Diavolo.

Successivamente, avendo compreso l’errore commesso in tutta la sua gravità, Faust cercherà il perdono divino tramite la morte. Mefistofele riuscirà quindi a raggirarlo, lo tenterà nuovamente promettendogli una nuova giovinezza ed una vita piena di piaceri. Faust cederà una seconda volta. Questa volta però spinto da motivi egoistici.

Cosa potrà far redimere Faust e cosa potrà rompere il patto? Una parola sola :“La parola che risuona per tutto il creato, la parola che cura ogni dolore e tristezza, la parola che perdona ogni colpa dell’umanità. L’eterna parola: Amore”. Sarà infatti l’amore di Faust per Gretchen, una giovane ragazza sua concittadina, che lo porterà ad un sincero pentimento e lo condurrà verso la salvezza.

MurnauIl film è un capolavoro del cinema muto e pietra miliare del cinema in generale. La produzione antiquata non limita le qualità del film e l’abilità del regista. Anzi, è necessario lodare gli effetti speciali e il dinamismo delle inquadrature. I quali, non devono essere confusi con gli espedienti meccanici, quasi automatici, utilizzati all’eccesso e fine a sé stessi nel cinema moderno. Ma consistevano, nell’anno in cui il film è stato realizzato, in sperimentazioni da parte del regista e novità assolute.

Murnau oltrepassa i limiti cinematografici dell’epoca per cercare di esprimere al meglio la propria potenza creativa. Riesce inoltre ad utilizzare con grande maestria gli elementi come il fuoco, il vento ed il fumo per sviluppare l’espressione e l’impatto della scena. Vengono a formarsi ,così ,alcune delle immagini più suggestive che siano mai state prodotte.

Questa pellicola del celebre cineasta tedesco, oltre ad avere un enorme valore artistico, fu significativa anche dal punto di vista della produzione. Con 2 milioni di marchi di budget e diversi mesi di lavoro fu all’epoca la produzione più costosa e impegnativa del regista che avviò la sua tendenza negli anni successivi ad una più complessa ed elaborata. Un classico a tutti gli effetti.

About Redazione Film4Life 5534 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook