Kubrick, la carriera da fotografo


IL TALENTO DI UN GIOVANE DESTINATO AL SUCCESSO CINEMATOGRAFICO

Kubrick11Shining, 2001: Odissea nello spazio, Arancia meccanica, Full Metal Jacket, Orizzonti di gloria, Lolita, … una lista di solamente alcuni dei capolavori di uno dei più grandi registi del Novecento, Stanley Kubrick.

Però, quello che forse non tutti sanno, è che prima di imboccare la strada che lo avrebbe condotto ad essere una delle maggiori firme del mondo del cinema, un giovanissimo Kubrick di appena 17 anni diventava fotografo free lance per la rivista Look, all’epoca una delle più importanti. La foto che sancì l’inizio di questa collaborazione fu quella che mostrava un edicolante a New York il giorno della morte del presidente Roosevelt, pubblicata il 26 giugno 1945.

Parliamo del 1945, e la sua collaborazione con la rivista durò fino al 1950. Ha documentato con grande talento l’immediato dopoguerra, vissuto in pieno, mostrando con precisione e arguzia le realtà cittadine e personali con occhio ironico e senso critico, attraverso i ritratti di gente comune e di personaggi noti, oppure immortalando il cambiamento e la crescita di grandi città americane come New York.

Un anno prima di lasciare Look per dedicarsi esclusivamente al cinema, fu pubblicata una sua serie intitolata Chicago – City of Extremes: le 45 foto che compongono il lavoro sono state digitalizzate e pubblicate dalla Library of Congress. Inoltre, le sue fotografie sono più volte state oggetto di esposizioni in tutto il mondo, anche qui in Italia.

Tra le ultime ricordiamo quella che si è tenuto presso il Palazzo Ducale di Genova nel 2013, In quell’occasione sono state portate in mostra ben 160 foto del giovane Kubrick, appositamente tirate con stampa al bromuro d’argento dai negativi originali conservati nella Look Magazine Collection del Museo della città di New York. L’anno prima era stato a Roma, presso il Chiostro del Bramante, e a Napoli presso il Palazzo delle Arti.

About Eleonora Materazzo 552 Articoli
"Suonala ancora, Sam"