L’obiettivo di Gianni Fiorito su Paolo Sorrentino


IN MOSTRA A CAPRI IL RACCONTO FOTOGRAFICO DEI SUOI FILM

This must be the placeÈ da poco nelle sale col suo ultimo film Youth – La giovinezza, uno dei più attesi dell’anno, e non si fa che parlare di lui a Cannes, dove tra poco si scoprirà chi è il vincitore di questa edizione: è Paolo Sorrentino, al centro dell’attenzione mediatica del momento. Ma perché parlare di lui oggi in questa rubrica?

È vero, le sue inquadrature sembrano ricreare delle visioni di indiscutibile fascino, basti pensare alle vedute di Roma in La grande bellezza, ma il vero motivo è che fino al 14 giugno, a Capri, le foto di scena dei suoi film saranno esposti nella mostra Il Cinema di Paolo Sorrentino. Fotografie di Gianni Fiorito. Organizzata dall’associazione culturale Ápeiron e inaugurata lo scorso 25 aprile, l’esposizione è stata allestita nella Sala della Cappella delle Donne presso la Certosa di San Giacomo di Capri. Al centro, la filmografia del regista napoletano attraverso un percorso di 30 fotografie di medio e grande formato che portano la firma di Gianni Fiorito.

Fiorito è un fotogiornalista molto noto, che ha focalizzato gran parte dei suoi lavori sulla realtà sociale napoletana divisa tra camorra e illegalità, passando per le periferie sempre più emarginate e lasciate a sé stesse, fino alla trasformazione del paesaggio urbano, anche del centro città. Molto attivo anche come fotografo di scena (dopo aver in passato lavorato anche in teatro), oltre che con Sorrentino ha collaborato con Luca Miniero, John Turturro e Antonio Capuano.

Il regista che ha riportato l’Oscar in Italia con il suo La grande bellezza, è omaggiato nella sua terra con questo percorso che ne esalta i lavori di tutta una vita, da L’uomo in più a Il divo, da This must be the place a, naturalmente, La grande bellezza.

L’obiettivo di Fiorito, che ha seguito Paolo Sorrentino anche sul set di Youth – La giovinezza, conduce lo spettatore in un viaggio nel dietro le quinte di quei film che hanno reso Sorrentino il grande regista che è oggi, osannato in Italia e nel mondo, scomponendo i suoi lavori e mostrando il set con la troupe al lavoro e il regista che da indicazioni agli attori, fino alla loro preparazione in camerino. Quindi per un momento si interrompe quella strabiliante realtà che ci ha mostrato nei suoi film, si capovolge: Fiorito ci fa vedere cosa si nasconde dietro le scene dalla incredibile fotografia e perfettamente costruite, dietro la biografia di grandi personaggi o le vedute di una città in bilico tra potere e perdizione, eternità e incoscienza.

About Eleonora Materazzo 551 Articoli
"Suonala ancora, Sam"