The Help e il Pollo Fritto


THE HELP APPRODA IN MISSISSIPI PER UNA RICETTA GUSTOSISSIMA

The_Help_CriscoQuesta settimana la rubrica Snack, si gira! vi porta nel cuore del Mississipi nella prima metà degli anni 60. In queste terre calde e umide il razzismo e la discriminazione sono, ancora in quegli anni, piaghe che non riescono a sparire. Gli afroamericani, ingiustamente sfruttati per secoli dai propriteari terrieri bianchi, continuano a vivere secondo leggi razziali che non permettono loro il diritto di voto ma neppure la possibilità di sedersi su un bus iniseme al resto della popolazione bianca. Parliamo oggi di The Help.

Skeeter (Emma Stone) è una giovane neolaureata che torna nella città di Jackson per stare con i suoi genitori, ricchi proprietari terrieri. Qui inizierà a lavorare come scrittrice per il giornale locale ma continuerà parallelamente a occuparsi di un progetto editoriale grazie all’aiuto di una casa editrice di New York. Diversamente dalle sue coetanee, ormai sposate e dedite completamente alla famiglia, Skeeter ha come primo obiettivo la sua realizzazione lavorativa.

Skeeter si guarda intorno scoprendo un’ottusa e discriminatoria società. A Jackson molte donne afroamericane lavorano come domestiche presso le famiglie bianche benestanti e sono costrette a subire umiliazioni e trattamenti discriminatori. Aibileen Clark (Viola Davis) è una donna afro-americana che ha passato la maggior parte della sua vita a crescere i figli dei bianchi e che da poco tempo ha perso il suo unico figlio. Ora lavora presso l’immatura Elizabeth ed il suo compito principale è quello di badare alla sua bambina, della quale ormai è praticamente la vera mamma. Minny Jackson (Octavia Spencer) è anche lei una domestica, dal carattere particolarmente spinoso, sposata ad un uomo violento e madre di cinque figli.

La “nostra” protagonista comincia a pensare che le storie di queste donne forti e ubbidienti anche davanti alle ingiustizie più umilianti, potrebbero interessare i lettori. Raccontare le loro esperienze nei così tanti anni al servizio di famiglie in cui sono non solo diventate governanti, ma madri, amiche e aiuto indispensabile, darà finalmente loro voce e diritto ad avere un’opinione. Aibileen Clark accetterà di parlare nonostante le paure e il timore di perdere il proprio lavoro o peggio la vita, il suo esempio ispirerà altre sue colleghe governanti che non si tireranno indietro davanti alla possibilità di testimoniare.

Le vite delle nostre protagoniste s’intrecceranno inevitabilmente condividendo così le sconfitte e le vittorie e scoprendo segreti e ferite del passato. Gli avvenimenti che seguiranno la pubblicazione del libro e i racconti delle governanti risaltano la forza e la dedizione di ognuna di loro nel combattere per la propria dignità. Il film esce nel 2011 diretto da Tate Taylor, il soggetto è tratto dal romanzo “Laiuto” di Kathryn Stockett, riscuote grande successo negli Stati Uniti e in seguito anche nel resto del mondo. Octavia Spencer vince il premio oscar nel 2012 come attrice non protagonista per la sua interpretazione nei panni di Minny Jackson.

Nel film troverete spesso spunti golosi che fanno parte della tipica cucina nordamericana. La famosa chocolate pie di Minny diventerà scena chiave del l’intero film (non voglio svelarvi niente!)…impossibile da dimenticare. Vi è però un’altra scena a cui ho ispirato la ricetta di oggi. Minny lavorerà presso Celia Foote, fragile e ingenua, poco pratica di faccende domestiche, ma generosa e distante dall’atteggiamento razzista dell’élite bianca locale. Minny accetterà di aiutare Celia, di nascosto dal marito, insegnandole le regole base per tenere una casa in ordine e cucinare un pasto decente. Tra le tante lezioni vi è quella del pollo fritto, Minny si vanta di non averlo mai bruciato in vita sua! Sarete capaci anche voi?
the-help-fried-chicken

Ingredienti:
1 kg di ali di pollo (o un 1 pollo da circa 1 kg in piccoli pezzi)
300 g di farina
300 g di latticello
Sale
Pepe
Tabasco
Strutto e olio di arachidi per friggere

Preparazione:
Lavate le ali sotto l’acqua , asciugatele e e mettetele a marinare nel latticello (può essere sostituito con una miscela di acqua, latte e qualche goccia di succo di limone) aromatizzato con il tabasco per almeno 2 ore.

Scolate le ali, asciugatele e conditele abbondantemente con sale e pepe. Versate la farina in un sacchetto di plastica, salate e pepate anche questa e mescolare. Inserire 4 ali per volta nel sacchetto, chiudete e scuotete vigorosamente affinché la farina rivesta bene tutti i pezzi. Prelevarle dal sacchetto e scuoterle per eliminare la farina in eccesso.

Portate abbondanti strutto e olio a 180°C e immergervi le ali cuocendole per 5-6 minuti e rivoltandole spesso. Scolare, asciugare le ali su abbondante carta da cucina e servirle con i contorni d’ordinanza: patatine fritte, salse assortite e un’insalata di lattuga, pomodori e cipolle.

About Redazione Film4Life 5538 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook