Una mamma per amica: un ritorno al cinema?


LE RAGAZZE GILMORE E UN FINALE CHE FORSE ARRIVERÀ PRESTO

Cast Una mamma per amicaQuando? Speriamo presto, e soprattutto speriamo che sia vero.

Perché noi nostalgici amanti delle Gilmore Girls siamo allo stremo dell’astinenza (almeno io). Sì, lo confesso, ho sempre adorato Una mamma per amica: la stravaganza di Lorelai, la dolcezza di Rori, la goffaggine di Sookie; ho dannatamente amato il burbero dal cuore tenero Luke e il cattivo ragazzo, ma solo in apparenza, Jess; sono sempre stata una sostenitrice di Logan, mentre ahimè non mi è mai molto piaciuto Dean (troppo buono, per una ragazza così pacata ci voleva uno scossone di adrenalina come solo il biondino poteva darle); sono morta dalle risate con Michel, Kirk, Miss Patty, Babette, Taylor; non posso dimenticarmi di personaggi come i nonni e le amiche Paris e Lane, ma non posso neanche nominarli tutti…

L’ultima puntata dell’ultima stagione di Una mamma per amica per me non si è conclusa con la parola fine, ma con tre puntini di sospensione. Naturale quindi che ogni mia speranza (sicuramente condivisa da molti altri fan) riprenda corpo in seguito alla notizia di una reunion del cast il prossimo sabato 6 giugno durante l’ATX Television Festival, e alle voci della possibilità di nuovi episodi sul piccolo schermo e addirittura di un lungometraggio cinematografico ambientato nella piccola Stars Hollow. Inoltre già in passato Amy Sherman-Palladino, creatrice della serie, ha dichiarato di avere in mente un finale diverso per le donne Gilmore, e visto che non ha preso parte alla settima stagione forse vuole riportare gli eventi sul giusto binario.

Nuovi lavori o no, Una mamma per amica rimane un cult, e noi lo omaggiamo con alcune curiosità.

  • La serie è stata citata in moltissime altre di successo, da I Griffin a Scrubs, da Will e Grace a Six Feet Under fino a Gossip Girl.
  • È bellissimo sentire recitare in questa serie: tante parole incalzate una dietro l’altra in maniera velocissima. Proprio per questo ritmo veloce, le sceneggiature degli episodi erano davvero lunghe, anche 80 pagine.
  • Nella serie Rori è una dipendente dalla caffeina, ma in realtà ad Alexis Bledel il caffè non piace, motivo per cui sul set il suo bicchiere era sempre pieno di coca cola.
  • Star Hollow non esiste, è vero, ma per creare questa cittadina calorosa e amichevole Amy Sherman-Palladino si è ispirata a Washington Depot, una cittadina del Connecticut in cui si era trovata a soggiornare.
  • Sean Gunn presta il volto allo strambo Kirk, ma il suo debutto era avvenuto con un altro personaggio proprio nel secondo episodio della prima stagione, in cui si presenta a casa di Lorelai come Mick, il tecnico della linea dsl.
  • Nel corso delle stagioni Lorelai ha avuto qualche fiamma. A rivestire il ruolo di uno di questi uomini anche l’attore Jon Hamm, poi divenuto famosa per aver recitato nella parte di Don Draper in Mad Men.
  • Uno degli aspetti più belli del personaggio di Rori è la sua devozione alla lettura e ai libri, tanto da portarne sempre uno nella borsa e da citare nella serie più di 300 titoli.
  • Il ruolo di Luke (Scott Patterson) non era stato previsto, e infatti all’inizio era stato pensato per essere una donna. Quindi l’attrazione tra lui e Lorelai (Lauren Graham) è stata una sorpresa anche per gli stessi autori, che non mancarono di farlo diventare un punto di forza della storia. Tra l’altro il personaggio di Jess (Milo Ventimiglia) fu inserito proprio per ritardare l’uscita allo scoperto della loro relazione, perché “Quando hai due persone che, se solo aprissero gli occhi e si guardassero oltre il tavolo, direbbero ‘Oh merda, sei tu!’ devi trovare degli ostacoli per continuare con questo gioco il più a lungo possibile”.

About Eleonora Materazzo 549 Articoli
"Suonala ancora, Sam"