Pink Carpet: bikini, un pezzo da museo


BIKINI E CINEMA UN AMORE CHE PARTE DA LONTANO

bikini1Care donne ammettiamolo ogni anno la stessa storia. Appena arriva l’estate l’ansia della prova costume devia del tutto il nostro stato mentale. Non importa se abbiamo passato un anno in palestra a sudare, o se abbiamo quel malefico chiletto sulla pancia , l’ansia tocca tutte indistintamente. Allora ecco che proviamo i rimedi dell’ultimo momento, insalata a pranzo, corse pazze ed esercizi fai da te. Che poi alla fine non appena messo il costume l’equilibrio mentale si ristabilisce sempre, passata l’ansia da prestazione un bel gelato sotto l’ombrellone non ce lo toglie nessuno. Eppure, nonostante tutte le paure, il caro e vecchio bikini ci piace, ci fa più o meno lo stesso effetto dei tacchi alti.

Il bikini è davvero un pezzo da museo, venne inventato da Louise Rèard ma fu grazie al cinema che ebbe la sua grande diffusione. Furono proprioprio attrici famose del calibro di Jane Mansfield a mostrarlo per prime. Uno dei primi bikini al cinema è quello di Marilin Monroe in Clash by Night del 1952. Ma la vera rivoluzione fu fatta da Brigitte Bardot immortalata a Cannes in bikini e protagonista del film Manina, the girl in bikini. Nel 1958 la diva reprlica con il film Piace a troppi che creò un vero e proprio mercati per il costume negli USA. Impossibile dimenticarsi di Ursula Andress che esce dall’acqua con un bikini bianco nel primo film di James Bond, Mr. No. Il costume della prima Bond Girl era ornato da una cinta della British Army e fu disegnato dalla stessa attrice e dalla costumista Tessa Prendegrass. Molto fece discutere nel 1962 il costumino della Lolita di Kubrick, la giovanissima Sue Lyon. In Italia ha sdoganare il bikini è Stefania Sandrelli che in Divorzio all’italiana lasciò tutti senza parole. Venne poi seguita da Mariangela Melato e dal suo bikini sfoggiato nel film Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto.

Capite bene che il bikini non fu solo un nuovo modo di mostrare il corpo femminile ma una vera e propria rivoluzione. Addirittura questo divenne un vero e proprio indumento scenico, pensiamo al ritorno dello Jedi, VI episodio di Star Wars del 1983, in cui la principessa Leila indossa un bikini oro. Facendo un salto temporale arriviamo nel 2001 con la sexy archeologa interpretata da Angelina Jolie in Tomb Raider. Famosi quelli degli angeli di Charlie indossati da Cameron Diaz e da Charlie Theron. Ed ecco un’latra bond girl e il suo bikini arancione. Parliamo di Halle Berry nel film Agente 007- la morte può attendere.

Nonostante ora il bikini non faccia più scalpore, anzi è diventato anche molto ma molto mini, resta un pezzo amato dalle donne. Non c’è estate che si rispetti senza un bikini. Allora chi se ne importa della morbidezza delle forme, mostraTe il vostro bikini più bello consapevoli di aver addosso davvero un pezzo di storia.

About Redazione Film4Life 5537 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook