Tom Felton: l’attore incontra i fan al Giffoni 2015


GRANDE ATTESA PER L’INCONTRO CON TOM FELTON AL GIFFONI 2015

Felton al GiffoniSembra sia valsa la pena attenderlo per una notte intera in un sacco a pelo perché Tom Felton, ospite internazionale della 5^ giornata del Giffoni Film Festival, oggi nel suo incontro con i ragazzi non è riuscito a trattenere le lacrime per l’emozione di essere In un festival incredibile.

L’attore famoso per aver interpretato Draco Malfoy, perfido nemico di Harry Potter si è dimostrato molto diverso da suo alter ego cinematografico ed estremamente sensibile e a suo agio nel bel mezzo di un giovanissimo pubblico.

Come era ovvio l’incontro è stato incentrato soprattutto su Draco, controverso personaggio dell’harrypotteriano mondo in cui molti ragazzi ancora oggi amano rifugiarsi grazie ai libri e ai film. “Il personaggio di Draco ha avuto una grande evoluzione nel corso degli anni si è visto che all’origine della sua negatività c’era il padre, che era una persona malvagia, ma Draco non è una persona buona in un corpo malvagio. Verso la fine della serie c’è un po’ di redenzione ma Draco non diventa buono. Su questo J.K.Rowling, l’autrice di Harry Potter, è stata chiarissima ha detto Felton.

Nonostante la malvagità del personaggio l’accoglienza a Giffoni fa percepire che in realtà Draco/Felton è tra i veri beniamini della saga, amato e osannato da fan che non sono riusciti a trattenere le lacrime durante l’incontro. “Hogwarts non esiste nella realtà e neanche Harry Potter ma il fatto che siano così vivi dentro di noi è la dimostrazione che se ci crediamo abbastanza i sogni possono diventare realtà ha ammesso un ragazzo riassumendo il motivo per il quale i libri della Rowling sono ancora così amati generazione dopo generazione.

Felton alla domanda di un giornalista bambino che chiedeva cosa cambierebbe di Harry Potter ha risposto: “Non cambierei la morte di Dobby (l’elfo domestico della famiglia Malfoy liberato da Potter, ndr)  non lo sopportavo e sono stato contento quando è morto. Nel finale avrei ucciso Harry Potter e sarei scappato con Ron”.

Poi, prima dei saluti, Tom ha regalato ai suoi una confessione: “Sul set di Potter ci impedivano di portarci a casa qualsiasi oggetto, bacchette, scope, non volevano che portassimo via niente – dice – ma sappiate che ho rubato degli anelli dal set. Non ditelo alla Warner”.

About Redazione Film4Life 5523 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook