A tale of costumes: Vuitton e la storia della moda

DA VENEZIA A ROMA SI INCONTRANO MODA E CINEMA

TirelliL’appuntamento con la moda raddoppia. Non solo perché la mostra A tale of costumes, inaugurata in questi giorni, si vanterà una doppia location, prendendo forma presso l’Espace Louis Vuitton di Venezia e presso lo Spazio Etoile Louis Vuitton di Roma, ma anche perché il tema dell’evento è duplice. Da una parte c’è il racconto sulla storia del costume e della moda portato avanti da tre abiti rappresentativi di epoche diverse, dall’altra invece c’è il mondo del cinema.

Nel primo nucleo, passato, presente e futuro dialogano attraverso le stoffe, i materiali, le cuciture e la simbologia di tre abiti:il primo è l’Andrienne, abito femminile informale datato 1770-1780 e restaurato dalla Maison Louis Vuitton. Il secondo è una creazione dell’artista cinese Movana Chen, che ha la particolarità di essere composto da lunghi fili di carta ricavati da libri, vecchi o nuovi.

Infine, a chiudere questa conversazione, è il terzo abito, realizzato dagli studenti del centro Sperimentale di Cinematografia di Roma supervisionati da Maurizio Millenotti, costumista nominato due volte agli Oscar.

Per quanto riguarda invece la seconda parte, quella più prettamente cinematografica, ad arricchire l’esposizione saranno i costumi confezionati dalla Sartoria Tirelli di Dino Trappetti. Dall’abito indossato da Salma Hayek in Il racconto dei racconti di Matteo Garrone, opera di Massimo Cantini Parrini, fino ai costumi di scena de I Borgia o al vestito di Paloma Faith in Youth di Paolo Sorrentino, firmato Carlo Poggioli, ma anche l’abito dell’ Imperatrice Elisabetta d’Austria indossato da Romy Schneider in Ludwig di Luchino Visconti, ideato da Piero TosiA tale of costumes ripercorre alcuni affascinanti film attraverso i costumi che hanno ravvivato, colorato, movimentato o soltanto occupato la scena.

Proprio quel cinema che anche la programmazione avviata presso lo spazio Etoile romano della griffe Vuitton mira a raccontare fino al prossimo 31 marzo, e che è partita con un documentario sulla storia e sull’artigianato della Sartoria Tirelli, realizzato con la regia di Leonardo d’Agostini .

About Eleonora Materazzo 569 Articoli
"Drama is life with the dull bits cut out"