Consigli DOC: poche uscite nel nuovo anno

Stallone e Jordan in una scena

CONSIGLI DOC BY FILM 4 LIFE: DOPO LA BEFANA NON TANTI FILM

Non è facile, lo sappiamo. Specie se siete davanti ad una locandina. Ma fatevi forza e scegliete!
Ci siamo noi ad aiutarvi tra le pochissime uscite in calendario dopo il succulento “pranzo” andato in scena durante le feste. All’insegna del grande ritorno di un mito immortale: Sly!

Creed- Nato per combattere: Per curiosi Nostalgici

Adonis Johnson (Michael B. Jordan) non ha mai conosciuto suo padre, il famoso campione del mondo dei pesi massimi, Apollo Creed, morto prima che lui nascesse. Ma non si può negare che abbia la boxe nel sangue, e così decide di andare a Philadelphia, la città dove si tenne il leggendario incontro tra Apollo Creed e il duro di nome Rocky Balboa (Sylvester Stallone). Una volta arrivato nella città dell’amore fraterno, Adonis rintraccia Rocky e gli chiede di diventare il suo allenatore. Nonostante quest’ultimo sia ormai lontano dal mondo della boxe, rivede in Adonis (che si fa chiamare ‘Donnie’ per non essere riconosciuto) quella stessa forza e determinazione che aveva visto in Apollo, quel feroce rivale diventato poi il suo più caro amico. Rocky accetta così di prenderlo sotto la sua ala protettrice, lo allena, lo segue, lo consiglia. Ma anche l’ex campione sta combattendo contro un avversario più grande e più letale di chiunque abbia mai affrontato sul ring. Da non perdere!

 

 

La Corrispondenza: Per Curiosi Iphone Addicted

La corrispondenza, ultimo lavoro di Giuseppe Tornatore, è un film che ha molto a che a fare con le stelle, la lontananza, la comunicazione emotiva. Una storia d’amore delle più classiche, quella tra un professore (di astrofisica) un po’ attempato ma assai affascinante, interpretato dal bravissimo ed elegante Jeremy Irons, ed una sua studentessa fuori corso, la bellissima (da togliere il fiato) e brava Olga Kurilenko. Il loro rapporto è bello, appassionato, profondo. E sembra che una sorta di telepatia e connessione empatica lo governi. Ma come si sa, gli amanti, spesso incontrano degli ostacoli al loro travolgente amore. Cosa succede se non riescono a stare vicini? Come colmare quella distanza? Telefoni cellulari, pc, messaggi scritti, audio e video. La tecnologia la fa da padrona. Le distanze sembrano accorciarsi: quei messaggi arrivano al momento giusto, e quando non arrivano l’attesa diventa paura della solitudine. Ma dove può arrivare la tecnologia?

 

 

Sherlock – L’abominevole sposa:  Per curiosi Cumberbatchiani

In attesa della quarta stagione, Sherlock ci intrattiene con un episodio ‘di mezzo’ dal titolo L’Abominevole Sposa, andato in onda nel Regno Unito la sera di Capodanno, e trasmesso in  cinema selezionati in Italia. In questo special da 90 minuti, Sherlock Holmes (Benedict Cumberbatch) e John Watson (Martin Freeman) sono catapultati nell’epoca Vittoriana per un’avventura stand alone dalla serie stessa. Come se uscissero dai romanzi di Arthur Conan Doyle, i due si conoscono grazie all’ispettore Lestrade (Rupert Graves) che ha bisogno di interpellare l’arguzia e l’intelletto di Sherlock Holmes per risolvere il caso del suicidio di una donna. A quanto pare, un’apparente sposa ha prima sparato all’impazzata alla folla, centrando diversi uomini, e poi si è tolta la vita, piazzandosi un colpo in testa. Tuttavia la stessa donna ricompare in carne ed ossa per uccidere il marito, ma il suo cadavere è ben disteso nell’obitorio. Com’è possibile che la sposa sia tornata dall’aldilà? Le cose si complicano quando anche un amico di Mycroft (Mark Gatiss) viene minacciato di morte. La parte razionale di Sherlock entra in gioco quando si accorge che qualcosa non va, perché “I fantasmi non esistono”, eppure il colpo di scena è dietro l’angolo….

 

 

About Francesco Buosi 379 Articoli
Onnivoro cinematografico e televisivo, imdb come vangelo e la regia come alta aspirazione.
Contact: Facebook