5 titoli per festeggiare San Patrizio sul divano

5 TITOLI PER ONORARE L’IRLANDA E SAN PATRIZIO COMODOMANTE SUL DIVANO CON POPCORN E FAZZOLETTINI PER LE PIÙ SENSIBILI

Oggi è San Patrizio, in Irlanda donne, uomini, anziani e bambini staranno festeggiando con facce dipinte, bandiere sulle spalle e i più grandi con una bella pinta di birra in mano.
Nell’ultimo periodo le feste tradizionali di un Paese si sono internazionalizzate, vuoi per l’effetto globalizzazione, oppure per inserire sempre più eventi da festeggiare nel calendario.
Grazie alla catena Irish Pub, poi, anche in Italia è giunta la “tradizione” di festeggiare il vescovo cristiano nato come Maewyn Succat che, leggenda vuole, scacciò tutti i serpenti dall’Irlanda confinandoli in mare.

E anche Women’s film vuole unirsi ai festeggiamenti alla sua maniera, consigliandovi cinque film ambientati o girati in Irlanda.

1. Brooklyn (2015)

Brooklyn
Anche se ambientato per la maggior parte della durata negli Stati Uniti, è la storia di Ellis Lacey (Saoirse Ronan, candidata come miglior attrice protagonista agli Oscar 2016) una ragazza irlandese che lascia la sua terra per crearsi un futuro migliore nel nuovo continente.
Se dapprima la nostalgia è il sentimento predominante, piano a piano la nuova vita inizia a sorridere alla protagonista, fino a quando un evento drammatico la riporta nella sua vecchia casa, dove dovrà capire se è meglio ritornare negli Stati Uniti o rimanere nel luogo dove è nata e cresciuta, circondata dagli amici d’infanzia.

2. Philomena (2013)

mena

Con Judi Dench e Steve Coogan è la trasposizione cinematografica dell’omonimo libro di Martin Sixsmith, giornalista protagonista della vicenda.
Negli anni ’50, in Irlanda le suore avevano dato il via a un vero e proprio commercio di bambini, togliendoli alle ragazze madri accolte nelle loro strutture e dandoli in adozione alle famiglie americane.
Philomena racconta la storia di una giovane donna a cui è stato portato via il proprio bambino e che molti anni dopo, grazie all’aiuto di un giornalista, cerca di ritrovarlo.
Da pratiche di adozione, a ritagli di giornali, Philomena e Martin cercano di ricostruire la vita del bambino, oramai uomo.
Passo dopo passo si l’incontro sembra sempre più vicino, ma la vita riserva sempre delle sorprese.

3. Una proposta per dire sì (2010)

LEAP-YEAR-movies-17062842-1536-1024Antiche tradizioni irlandesi vengono tirate in ballo per questo film dalla storia stereotipata degli opposti che si attraggono.
Anna (Amy Adams) è fidanzata da quattro anni e decide di seguire un’antica tradizione irlandese che prevede che le donne possano fare la proposta di matrimonio al proprio fidanzato il 29 febbraio, cioè ogni quattro anni, le donne possono sfidare le regole di un romanticismo superato e fare la grande proposta. Per fare ciò, decide di seguire il proprio fidanzato da Boston a Dublino, ma il destino è avverso a questa impavida cittadina da Louis Vuitton che si ritrova sperduta nella campagna irlandese e costretta a chiedere aiuto allo scorbutico, quanto affascinante, proprietario di un pub di accompagnarla.
Il viaggio è lungo, la strada è impervia e i viaggi in macchina possono rivelarsi più efficaci di una freccia di cupido. Una bella favoletta con panorami mozzafiato.

4. Ondine (2009)

06_ondine

Syracuse è un pescatore divorziato, ex alcolista, con una figlia disabile che abita con la moglie e il nuovo compagno.
In una giornata di pesca normale, recupera dalla rete una donna sconosciuta che la figlia prende subito per un selkie, una creatura marina leggendaria che in rari casi può stabilirsi a terra, legandosi per sempre ad un uomo.
Nonostante Syracuse non creda a ciò che sostiene la figlia, la sua vita prende una piega decisamente migliore fino a quando la ragazza venuta dal mare non gli confessa che in realtà è un corriere della droga rumena scappata a nuoto dalla polizia e ora il suo protettore la sta cercando.
Collin Farrel e Alicja Bachleda interpretano un film drammatico dove le leggende si sovrappongono alla realtà, dando vita a sogni ad occhi aperti che sono destinati a confrontarsi e, forse, perdere con il mondo reale.

5. P.S. I love you (2007)

ps-i-love-you

Un cast bello e bravo per la trasposizione sul grande schermo dell’omonimo romanzo di Cecilia Ahern.
Qui, l’Irlanda e i suoi paesaggio diventano testimoni del primo incontro tra una giovane studentessa d’arte e l’uomo della sua vita che diventerà suo marito, ma rappresenta anche l’ultima tappa del viaggio di quella stessa ragazza, oramai cresciuta, per ritornare a vivere.
Con Phoebe di Friends, Spike di Buffy e Danny Duquette di Grey’s Anatomy, Hilary Swank interpreta una giovane vedova alle prese con le ultime lettere di suo marito che le arrivano nei momenti e nelle maniere più svariate per aiutarla a tornare a sorridere.

Buon San Patrizio!

About Angela Parolin 158 Articoli
"Okay...we have to dance it out"