Piper, il nuovo corto Pixar

DIFFUSA LA PRIMA IMMAGINE DI PIPER, IL CORTO D’ANIMAZIONE PIXAR CHE PRECEDERÀ L’ATTESO ALLA RICERCA DI DORY

finding-dory-LOCANDINA Già da diverso tempo si parla del nuovo film Disney Pixar che approderà nei cinema americani il prossimo giugno e in Italia a settembre: Alla ricerca di Dory, sequel del fortunatissimo Alla ricerca di Nemo del 2003. Dopo aver diffuso il trailer ufficiale, pochi giorni fa è stata divulgata una nuova notizia che ha riportato il film sotto i riflettori a pochi mesi dal debutto.

È stata infatti pubblicata da Entertainment Weekly la prima immagine del corto d’animazione che precederà il film, come d’abitudine. Se per Nemo era stato Knick Knack, la storia di un pupazzo di neve che lotta per uscire dal globo di vetro che lo imprigiona, ora è il turno di Piper.

Piper racconta dell’omonimo uccellino scolopacide, una specie di uccelli acquatici (sandpiper, le beccaccine), che si allontana dal nido alla ricerca di cibo, ma è tremendamente impaurito dall’acqua: difficile destino per lui, che dovrà affrontare la sua idrofobia, aiutato da un genitore e da un piccolo granchio. Una storia sul superamento delle proprie paure e su come acquisire fiducia in sé stessi sembra la carta vincente per fare di Piper un nuovo piccolo eroe Pixar.

Il corto, della durata di sei minuti, è prodotto da Marc Sondheimer e diretto da Alan Barillaro, che ha collaborato come animatore alla realizzazione di numerosi film Pixar degli ultimi 20 anni (A bug’s life, Alla ricerca di Nemo, Wall-E, Ribelle).

Barillaro, qui alla sua prima prova come regista, ha dichiarato di aver avuto l’ispirazione per questo lavoro passeggiando sulla spiaggia e osservando il comportamento della fauna, rimanendo colpito da questi uccelli. La lavorazione ha poi portato gli addetti ai lavori più volte sul posto e in diversi momenti della giornata per carpire atteggiamenti e abitudini di questi animali. La cosa più curiosa, però, è apprendere come Piper doveva essere semplicemente la prova per un nuovo software d’animazione: è stato infatti l’interessamento e l’incoraggiamento di John Lasseter e del regista di Alla ricerca di Dory Andrew Stanton a spingere Barillaro a farne un corto.

La stile di Piper tende verso una tecnica che guarda molto al realismo pittorico e al macro, tanto da aver richiesto la collaborazione di fotografi naturalistici. Inoltre è un corto non parlato, che vanta però le musiche di Adrian Belew dei King Crimson. Non male, no?

About Eleonora Materazzo 569 Articoli
"Drama is life with the dull bits cut out"