The Americans: al via la quarta stagione

SUL CANALE FX LA SERIE SULLA GUERRA FREDDA

The-Americans-4-posterNew York – La guerra fredda degli anni ’80, ossia lo scontro ideologico ancora prima che militare delle due super potenze Stati Uniti e Unione Sovietica, è stato per lungo tempo uno spunto narrativo dal quale la cinematografia hollywoodiana ha “pescato” a piene mani. Inevitabile era dunque un approdo televisivo per tale tematica ancora molto sentita da una larga fetta di popolazione over 50 dell’America.

The Americans racconta proprio questo, ribaltando la prospettiva classica pro Stati Uniti, narrando invece la storia dal punto di vista di due spie infiltrate in America.
The Americans è stata creata da Joe Weisberg ed è ambientata nella Washington degli anni Ottanta, la capitale della nazione e della sua agenzia più famosa: la CIA.

La serie segue le vicende di due agenti del KGB, Phillip ed Elizabeth Jennings, sotto sotto copertura negli Stati Uniti sin da giovanissimi ed ora “finta” coppia sposata con un remunerativo lavoro in una avviata agenzia di viaggi.
La loro missione è quella di acquisire il maggior numero di informazioni sul nemico per poter combattere quella guerra di intelligence che contraddistinse un periodo molto controverso della storia mondiale.

La nuova stagione di The Americans pone al centro della narrazione un altro topic classico della serialità televisiva americana: la famiglia. Nei nuovi episodi Philip (Matthew Rhys) ed Elizabeth (Keri Russell), continueranno nel loro rapporto conflittuale: la loro “personale” guerra ad un mondo che li ha accolti e li ha resi parte di esso porrà continui interrogativi morali su cosa sia giusto per il bene della loro famiglia e delle persone che di questa guerra non sanno neanche di essere pedine in gioco.

Elemento nuovo che porterà ulteriore tensione nella loro delicata missione sarà quello di “convertire” la figlia maggiore e di aprirle le porte alla loro vera identità.

 

 

 

About Francesco Buosi 379 Articoli
Onnivoro cinematografico e televisivo, imdb come vangelo e la regia come alta aspirazione.
Contact: Facebook