Escobar secondo Andrea Di Stefano

ESCOBAR. BENICIO DEL TORO DIRETTO DAL REGISTA ITALIANO ESORDIENTE

imagesArriva finalmente nelle sale italiane, in una data non felicissima -25 agosto – ancora piena estate, Escobar (Paradise Lost), opera prima di un regista italiano, Andrea Di Stefano (con un passato da attore), girato nel 2014 e presentato lo stesso anno alla Festa del Cinema di Roma, senza trovare un distributore nell’immediato, nonostante avesse vinto il premio Miglior Opera Prima e Miglior Fotografia (Luis David Sansams).

Accolto bene al Toronto International Film Festival 2014, dove è stato presentato in anteprima, il film si ispira ad una storia vera, quella di Nick, un giovane surfista canadese va in Colombia a trovare il fratello, per trovare con lui il “paradiso perduto”. Ed è in questo paradiso che il giovane incontra Maria, una ragazza del posto di cui, manco a dirlo, si innamora follemente, contraccambiato.

Nick non sa che Maria è la nipote di Pablo Escobar (interpretato da un bravissimo Benicio del Toro sovrappeso, ma sempre sexy!), che ai suoi occhi è un uomo d’affari dedito all’aiuto dei poveri della sua terra. Escobar, con il suo indiscusso fascino, attrarrà il ragazzo nella sua rete, portandolo ad una lotta per la sopravvivenza.

imgresAndrea Di Stefano esordisce con un film impegnativo, e lo fa con grande dignità e conoscenza del mezzo cinematografico. Il film si sviluppa bene sui personaggi, per poi “perdersi” nella parte forse un po’ troppo “action”.

Tuttavia parliamo di un film assolutamente godibile, che traccia il profilo di uno dei piu’ temuti e discussi narcotrafficanti di tutti i tempi. Bisogna sperare che sulla scia del successo della serie Narcos su Netflix il film attragga numeroso pubblico, perché Di Stefano lo merita.

Nel cast Benicio Del Toro, Josh Hutcherson, Brady Corbet, Claudia Traisac, Carlos Bardem e Ana Girardot. Il film è distribuito da Good Films.

 

 

About Ylenia Politano 156 Articoli
Ylenia Politano, giornalista, si occupa da diversi anni di cultura, lifestyle e cinema. Mamma di tre creature e moglie di un attore, tra un asilo, uno scuolabus, una piscina e feste con 20 bambini di età compresa tra 1 e 9 anni, torna al suo primo amore, il cinema. Interviste, recensioni, riflessioni. Grandi maestri e nuovi talenti. Incursioni qua e là. Set, anteprime, backstage. Quando la mamma non c’è…”la mamma è al cinema!”