La Promessa dell’Assassino Viggo

LA PROMESSA DELL’ASSASSINO: DAVID CRONENBERG DIRIGE VIGGO MORTENSEN IN UN THRILLER ADRENALINICO SULLA MAFIA RUSSA

viggo-mortensen

Il regista David Cronenberg dirige Viggo Mortensen, Vincent Cassel e Naomi Watts in un thriller ambientato nei traffici della Mafia Russa a Londra.

“Sono solo un autista” è la frase che continua a ripetere Nikolai Luzhin (Viggo Mortensen), braccio destro del figlio di un potente boss mafioso Russo, per sviare tutti i sospetti o le domande scomode secondo la sua affiliazione alla Vory V Zakone (Mafia Russa) da parte delle persone che entrano in contatto con lui anche per pochi minuti. In realtà di Nikolai si sa ben poco: è ricoperto completamente di tatuaggi, non parla molto, e quando c’è da sporcarsi le mani per sistemare qualche situazione scomoda, non esita a rendersi disponibile. Ma l’intento di Nikolai è chiaro e preciso: entrare nelle grazie del padre di Kirill, Semyon, per poter diventare a tutti gli effetti parte della “famiglia”. Nella trama però entrerà in gioco una ragazza, Anna Khitrova, un’ostetrica che, dopo aver fatto partorire una bambina da una ragazza neanche maggiorenne che perderà anche la vita, verrà in possesso in un misterioso diario, scritto in Russo, che la condurrà nel pericoloso mondo della “Vory V Zakone”…..

Il film è prettamente in stile Cronenberghiano e Viggo Mortensen è riuscito a dare vita ad un personaggio unico, anche grazie al suo studio meticoloso di ogni personaggio che si presta ad interpretare. Viggo ha studiato il linguaggio dei tatuaggi Russi per mesi, guardando anche il famoso documentario sulle prigioni Russe di Alix Lambert. “La Promessa dell’assassino” è già la seconda collaborazione tra i due dopo “A History of Violence”. Destinata a diventare un “cult” la scena di Viggo Mortensen nella sauna, girata tutta in piano sequenza e con l’attore completamente nudo.

La Promessa dell’Assassino ha ricevuto la candidatura all’oscar come miglior attore per Viggo Mortensen, non vincendo però, un premio del pubblico al Toronto International Film festival, un British Independent award come miglior attore per Mortensen, un Satellite (miglior attore) e un Saturn Award (miglior film internazionale).

Il regista David Cronenberg ha lasciato aperta una possibilità di un Sequel, dato che, come dichiarato da lui stesso, molto materiale che avevano non è stato inserito per motivi legati alla durata del film. Quindi, se volete immergervi nel vortice della Vory V Zakone, non vi resta che vedere “La promessa dell’assassino”, una delle tante perle del regista canadese.

 

 

About Redazione Film4Life 5534 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook