Gene Wilder è Willy Wonka

RICORDANDO IL GRANDE ATTORE AMERICANO GENE WILDER, DA POCO SCOMPARSO, IN UNO DEI SUOI RUOLI CULT PIU’ FAMOSI: WILLY WONKA

gene-wilderCappotto viola lungo fino a metà coscia, gilè con fantasia floreale, papillon beige perfettamente abbinato a un paio di pantaloni del medesimo colore dal taglio classico, scarpe marroni, cappello a cilindro e un bastone, che non gli serve davvero per camminare.

È così che Gene Wilder rende reale il personaggio di Willy Wonka in Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato nel film diretto da Mel Stuart nel 1971 e ispirato al romanzo “La fabbrica di cioccolato” di Roald Dahl.

Willy Wonka (Wilder), il proprietario di una famosa fabbrica di cioccolato, decide di indire un concorso che renderà felici cinque bambini: coloro che avranno la fortuna di trovare in una delle sue tavolette di cioccolato un biglietto dorato, infatti, potranno visitare la sua fabbrica ed avranno diritto a una fornitura dei suoi deliziosi prodotti.

Fra loro c’è Charlie Bucket (Peter Ostrum), un bambino che vive in condizioni di grande miseria insieme alla madre e ai suoi nonni.

Fra cascate di cioccolato e Ompa Loompa dall’aspetto non troppo rassicurante, Wilder è il collante che tiene insieme il film, riuscendo a rendere il suo personaggio iconico.

Per il ruolo, che fruttò a Wilder una nomination ai Golden Globes per la categoria miglior attore in una commedia/musical nel 1972, in principio erano stati considerati Joel Grey, Ron Moody, Jon Pertwee.

Il film inizialmente fu un flop al botteghino, ma la pellicola fu rivalutata con l’uscita in home video e con il tempo è diventata un vero e proprio cult.

 

INFOGRAFICA A CURA DI STAMPAPRINT:

www.stampaprint.net/it/

 

About Valentina Mordini 202 Articoli
"La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita".