Luke Cage: First look

L’EROE DI HARLEM, LUKE CAGE, IN UNA SERIE MARVEL DAL SAPORE WESTERN MA IN SALSA HIP-HOP

marvels-luke-cageDopo aver lasciato Jessica Jones col cuore spezzato, Luke Cage (Mike Colter) torna a Harlem, dove si mette a lavorare all’interno di un negozio del barbiere suo vecchio amico. Dotato di una forza sovrumana e di una forza indistruttibile a causa di un esperimento andato a male, Luke tenta di ricostruire la sua vita, ma ben presto il passato torna a perseguitarlo e dovrà vedersela con un nuovo nemico, Cornell “Cottonmouth” Stokes (Mahershala Ali), proprietario di un nightclub dove gestisce dei traffici illeciti.

Nuova serie Marvel, nuovo supereroe. Luke Cage si inserisce nella lista dei quattro personaggi (il quarto sarà Iron Fist) che si uniranno nel crossover The Defenders, insieme a Jessica Jones e Daredevil.  Sviluppata da Cheo Hodari Coker per Netflix e basata sull’omonimo personaggio dei fumetti Marvel Comics, Luke Cage è una serie diversa rispetto al cupo Daredevil e al noir Jessica Jones. Nello show di Coker, il genere western regala un ritmo calzante a dialoghi e scene, mentre la musica contribuisce a regalare un tocco di scorrevolezza e di visibilità. Per la prima volta nell’universo Marvel, infatti, la musica è una componente fondamentale, se non uno dei protagonisti stessi dello show. Una scusa per ascoltare canzoni diventa il nightclub di Stokes, il Paradies.

Il cast è composto, oltre che da Colter, da un bravissimo e cattivo Mahershala Ali, che interpreta il carismatico villain Cottonmouth, che secondo l’attore è un personaggio in stile Padrino. Completano il quadro Simone Missick nei panni della detective Missy Knight, che indaga nelle sparatorie di Harlem e cerca di scoprire la vera identità di Luke; Alfre Woodard nei panni di Mariah Dillard, senatrice cugina di Stokes che vorrebbe cambiare la situazione nelle strade di Harlem. Tornerà anche Rosario Dawson nelle vesti dell’infermiera Claire Temple, un personaggio considerato come il collegamento tra le serie Marvel su Netflix.

In Luke Cage, gli episodi scorrono piacevolmente e si ha la sensazione si trovarsi in un moderno western: le pistole ci sono, il negozio del barbiere diventa luogo di sparatorie, il nightclub è il saloon dove Luke scambia sguardi minacciosi con Stokes. Harlem è però la città del protagonista stesso, che non si considera un eroe, anzi. Lui non sa proprio cosa fare con i suoi super poteri, né sa di poterli usare per fare qualcosa di buono per gli altri; una caratteristica che accomuna un po’ gli eroi Marvel di Netflix. Qualcuno ha notato la somiglianza con Rocky Balboa all’inizio del pilot?

Con un cast composto esclusivamente da afroamericani, la serie passa anche al genere blaxploitation, ma sopratutto la serie Luke Cage è qualcosa di assolutamente diverso in casa Marvel, che dimostra di sorprendere continuamente mettendosi in gioco con prodotti diversi l’uno dall’altro. Perché come dice Luke Cage, “Andare avanti. Sempre.”

About admin 2568 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook