La verità negata: recensione

DENIAL, LA VERITÀ NEGATA: QUANDO SERVE UN PROCESSO PER CONFERMARE LA STORIA. RACHEL WEISZ E TIMOTHY SPALL INTERPRETI DA OSCAR NEL THRILLER GIUDIZIARIO DI MICK JACKSON

Denial La verità negataGENERE: thriller

DURATA: 110 minuti

USCITA IN SALA: 17 novembre 2016

VOTO: 4 su 5

Chi potrebbe avere la faccia così tosta di negare qualcosa di realmente accaduto? Qualcosa che ha non solo provocato morte e dolore, ma una macchia indelebile nella storia. Negli anni novanta un tal David Irving, storico, si cimentò in un accorato negazionismo, arrivando non solo a negare l’olocausto, ma addirittura a deriderne le vittime.

Basato sul famoso libro “Denial: Holocaust History on Trial” di Deborah E. Lipstadt, il film Denial, La verità negata, nelle sale italiane dal 17 novembre, è un vero thriller giudiziario, che racconta meticolosamente la battaglia legale intrapresa dall’autrice, interpretata dal premio Oscar Rachel Weisz, contro il negazionista David Irving (Timothy Spall), che la citò in giudizio per diffamazione.

Il sistema legale britannico prevede in questi casi che l’onere della prova spetti all’imputato; toccò quindi alla Lipstadt e al suo gruppo di avvocati guidato da Richard Rampton (Tom Wilkinson) provare la veridicità dei fatti storici negati. Il film, di Mick Jackson, è una storia vera raccontata in tutte le sue parti, sia quelle più intime delle persone coinvolte che quelle processuali.

È un’ottima occasione non solo per riaffrontare un tema delicato ma che necessita di essere sempre ricordato, quello appunto dell’olocausto, ma per indagare anche il tema della manipolazione della realtà, che può essere attuata da studiosi, media, sedicenti “esperti” di varie materie, per sostenere tesi a loro piu’ convenienti. Pur essendo un film costruito sulla parola e non sull’azione, si resta coinvolti e con il fiato sospeso fino alla sentenza, non senza soffrire dell’assurdità della situazione. Attori da Oscar e sceneggiatura perfetta. Un film classico da consigliare anche ai piu’ giovani studenti, del liceo o di legge, o semplicemente a tutti, perché si resti vigiili di fronte a ciò che si ascolta, si vede, si legge.

About Ylenia Politano 156 Articoli
Ylenia Politano, giornalista, si occupa da diversi anni di cultura, lifestyle e cinema. Mamma di tre creature e moglie di un attore, tra un asilo, uno scuolabus, una piscina e feste con 20 bambini di età compresa tra 1 e 9 anni, torna al suo primo amore, il cinema. Interviste, recensioni, riflessioni. Grandi maestri e nuovi talenti. Incursioni qua e là. Set, anteprime, backstage. Quando la mamma non c’è…”la mamma è al cinema!”