Sundance Film Festival: al via la celebre manifestazione

DAL 19 AL 29 GENNAIO, I 10 GIORNI DEL CINEMA INDIPENDENTE INTERNAZIONALE

Sundance-2017-posterL’ormai famoso, quanto prestigioso, Sundance Film Festival che ha luogo nella nevosa e suggestiva cornice di Park City, nello Stato dello Utah, è alle porte. Nel 1981 l’attore Robert Redford fondò il Sundance Institute, contribuendo così in maniera più che decisiva alla crescita della manifestazione, oggi diventata una delle principali vetrine del cinema indipendente statunitense e internazionale. D’altronde basta leggere i nomi che formano la giuria, annunciata nella sua completezza sul sito ufficiale, per trovare personalità importanti e di spicco dell’ambiente, tra cui Gael Garcìa Bernal e, soprattutto, Peter Dinklage, stella della popolare serie tv Game of Thrones e pluri-vincitore dell’Emmy Awards per il ruolo di Tyrion Lannister.

“Dalla passione e dal caos della creatività i filmmaker indipendenti attuano le loro decisioni per imbrigliare quell’energia e formare uno spazio nuovo per raccontare le loro storie. L’edizione di quest’anno riflette su ogni passo di quel viaggio, e mostra come l’arte può essere un potente strumento, provocatorio, e come è in grado di connettere le persone in tutto il mondo”. Queste le parole di Robert Redford che aprono l’ultima edizione del Festival, che avrà luogo dal 19 al 29 Gennaio, che presenterà in gara ben 66 titoli, per 5 sezioni competitive. Altrettanto numerosi sono i prodotti da tener d’occhio, tra i quali, non dubitiamo, salteranno fuori quelli che accompagneranno la lunga stagione cinematografica appena cominciata: To the Bone di Marti Noxon, con Lily Collins e Keanu ReevesThe Yellow Birds di Alexandre Moors, con un cast stellare che annovera tra le proprie file Tye Sheridan, Alden Ehrenreich (il futuro Han Solo nel prossimo spin-off di Star Wars), Jennifer Aniston e Toni Collette; I Don’t Feel At Home in This World Anymore di Jeremy Saulnier, con Melanie Lynskey e Elijah Wood. Tra i più attesi, inoltre, Thoroughbred che mostrerà l’ultima interpretazione di Anton Yelchin, il giovane attore scomparso tragicamente il Giugno scorso. Infine, forse il titolo più curioso è il film “segreto” di David Lowery, appena rientrato dal fortunato Il drago invisibile:A Ghost Story, annunciato solo a pochissimo tempo dall’apertura del Festival, di cui si sa poco o nulla, se non che vedrà protagonisti nuovamente in un suo film Casey Affleck e Rooney Mara. 

Si e’ già aperta, intanto, a Drvengrad, il suggestivo villaggio interamente in legno sulle montagne dell’ovest della Serbia al confine con la Bosnia-Erzegovina, la decima edizione di Kustendorf, il Festival internazionale di cinema e musica ideato e diretto da Emir Kusturica e dedicato ai giovani cineasti. La rassegna, che si presenta non commerciale e senza tappeto rosso, ha l’obiettivo di sensibilizzare e favorire l’amore per il cinema nelle giovani generazioni. Ad aprire la manifestazione il film del regista filippino Lav Diaz, The woman who left, vincitore del Leone d’Oro lo scorso settembre alla Mostra del cinema di Venezia. Kustendorf che chiuderà i battenti, invece, proprio il 19 Gennaio, vede concorrere per l’Uovo d’Oro 22 cortometraggi di giovani autori provenienti da 19 paesi.

Infine, tornando nei nostri lidi nazionali, segnaliamo la nobile iniziativa rappresentata dal bando regionale dell’Emilia-Romagna a sostegno di festival e rassegne del settore cinematografico e audiovisivo. Sono 450 mila euro i finanziamenti a fondo perduto messi in campo dalla Giunta regionale, di cui 365 mila per i festival e 85 mila per le rassegne. Già nel 2016 sono stati finanziati, grazie a questo questo meccanismo, ben 22 festival e 6 rassegne, in un panorama regionale che conta circa 50 festival distribuiti su tutta la regione, con eccellenze riconosciute a livello internazionale. “La Regione continua a investire a favore di una maggiore diffusione della cultura cinematografica e audiovisiva, con l’obiettivo di sostenere la libera espressione artistica e creativa, promuovendo lo sviluppo dei linguaggi contemporanei e multimediali ” ha dichiarato l’assessore regionale alla Cultura Massimo Mezzetti. Ad i nostri lettori emiliani, allora, avvisiamo che il bando e la modulistica di riferimento, necessari alla presentazione dei progetti, è consultabile sul sito del Cinema della Regione.

About Gianvito Di Muro 274 Articoli
"Tutti i bambini crescono, tranne uno".