Crazy For Football: recensione

CRAZY FOR FOOTBALL,  THE CRAZIEST WORLD CUP, LA FOLLE AVVENTURA CALCISTICA DI VOLFANGO DE BIASI

crazy905-675x905GENERE: Docufilm

DURATA: 75′

USCITA IN SALA: il 23 febbraio

VOTO: 4 su 5

“Siamo una squadra!”, è l’insegnamento che il coach Enrico Zanchini non si stanca mai di ripetere ai suoi ragazzi. Lui, assieme al preparatore atletico e campione del mondo di boxe, Vincenzo Cantatore, e con il prezioso aiuto dello psichiatra Santo Rullo, in qualità di direttore sportivo, li ha selezionati con un unico e audace obiettivo: andare in Giappone e partecipare alla coppa del mondo di calcio a 5 per pazienti psichiatrici. Un’ armata Brancaleone  del calcio che in pochissimo tempo ha saputo diventare una vera squadra, unita e pronta a sfidare i propri avversari sul campo di Osaka. Così comincia l’avventura di Ruggero, Ruben, Antonio, Stefano, Christian e di tutta la squadra che con passione e dedizione e la giusta dose di follia si prepara alla sfida all’altezza della loro folle passione per il calcio.

Nel 2004  Volfango De Biasi regista e sceneggiatore (Come tu mi vuoi, Iago, Natale a Londra) e Francesco Trento, sceneggiatore e scrittore (20 sigarette, Zero-Inchiesta sull’ 11 settembre) scoprono, grazie allo psichiatra Santo Rullo, che nella periferia di Roma lo psichiatra Mauro Raffaelli sta sperimentando una nuova forma di riabilitazione sociale per i suoi pazienti: farli giocare a calcio. All’inizio ad attrarli è l’idea per una sceneggiatura, ma la genuinità e la preziosità dei momenti che i pazienti stessi regalano ne fanno nascere l’idea per un documentario, che nel 2006 uscirà con il nome di Matti per il calcio. L’operazione cinematografica indipendente ha talmente tanto successo che dai 30 – 40 giocatori di allora si è arrivati oggi a veri e propri campionati, spesso chiamati proprio “Matti per il calcio”. L’eco arriverà fino in Giappone, quando Nobuko Tanaka, sociologa dello sport, organizzerà nel 2016 il primo Mondiale di Calcio a 5 per pazienti psichiatrici, l’avventura di  Crazy for football appunto.

 

Presentato alla Festa del Cinema di Roma e nominato ai David di Donatello del 2017 come miglior documentario, il docufilm di Trento e De Biasi è un’opera asciutta che, senza buonismi e con grande genuinità, non rinuncia ad emozionare e a divertire. Unendo i momenti del calcio, dalle selezioni fino al mondiale, e le storie personali dei giocatori, Crazy for Football racconta di un’avventura con un intento ben preciso: mettere in luce il potere terapeutico del calcio sulle malattie psichiatriche. Una cura alternativa che mostra i suoi incredibili effetti scontrandosi con gli assurdi metodi releganti e violenti dei manicomi.

Questi ragazzi del calcio vi conquisteranno con la loro passione e naturalezza e se volete sapere se riusciranno a vincere i mondiali, non vi resta altro che andare al cinema.

About Redazione Film4Life 5534 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook