La pazza gioia e il Risotto ai crostacei

SNACK, SI GIRA! VI PORTA ALLA SCOPERTA DEL RISOTTO “VINCITORE” AI DAVID GRAZIE AL FILM LA PAZZA GIOIA

La pazza gioia_VLunedì sera, in occasione dei David di Donatello, i premi Oscar del cinema italiano, è stato un trionfo per La pazza gioia di Paolo Virzì. Infatti il film ha vinto la stuatetta come miglior film e ha conquistato anche il David per miglir regista, attrice protagonista, sceneggiatura e scenografia. Un trionfo sotto tutti i punti di vista che ha letteralmente fatto impazzire di gioia tutto il cast e i fan.

E quindi noi di Snack, si gira! non potevamo che omagiare questa splendida tragicommedia nella nostra rubrica.

In una comunità per donne affette da disturbi mentali nei pressi di Pistoia, si incontrano Beatrice e Donatella. La prima (Valeria Bruni Tedeschi) si atteggia a gran signora finita lì per caso; la seconda (Micaela Ramazzotti) è una giovane donna introversa e diffidente. Le due donne vengono scelte dai responsabili della struttura per un programma di rieducazione sociale, consentendo loro di lavorare alcuni giorni a settimana in un vivaio della zona. Un giorno il pulmino che dovrebbe riaccompagnarle è in ritardo e Beatrice vorrebbe prendere un autobus di linea. L’unica che la segue è Donatella, sfuggendo alla sorveglianza delle operatrici.

Le due donne si ritrovano prima presso un centro commerciale dove vivono un inaspettato pomeriggio di libertà e dove si danno allo shopping con i soldi guadagnati a lavoro. Gli operatori però le ritrovano e le due donne si danno alla fuga, ottenendo un passaggio in macchina da un passante che ha adocchiato Donatella.

Giunte in un albergo, l’uomo cerca di ottenere una stanza dove poterle sedurre ma Donatella, che ha capito le sue intenzioni, si mette alla guida dell’auto e scappa insieme a Beatrice.

Beatrice e Donatella sono delle moderne Thelma e Louise alle prese con una fuga strampalata attraverso il manicomio a cielo aperto del mondo dei sani. La pazza gioia di Paolo virzì è un on the road in cui si ride, si sorride e ci si commuove. Durante il viaggio in auto le due protagoniste si troveranno a dover fare i conti con il proprio passato per poter andare avanti e farsi curare.

Durante la loro fuga, le due donne si fermano nell’esclusivo ristorante delle Terme Tettuccio su idea di Beatrice. Dopo aver scelto il vino, Beatrice suggerisce di prendere quella che è la specialità del posto, i crostacei.

E infatti Snack, si gira! per l’occasione vi fa conoscere la ricetta del risotto ai crostacei, ottimo primo piatto da accompagnare con la visione de La pazza gioia e un bicchiere di vino bianco.

Risotto ai crostacei

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

700 g. fra granzeole,risotto gamberetti e canocchie
1 carota – 1 costa di sedano -½ cipolla
1 foglia di alloro
1 ciuffetto di prezzemolo
3 cucchiai di olio
30 g. di burro
1 cipolla
2 dl di vino bianco secco
300 g. di riso tipo parboiled
sale – pepe

PROCEDIMENTO

Pulite i crostacei e lavateli molto bene sotto l’acqua corrente. Sgusciateli e tagliate a pezzettini la polpa. Mettete tutti i gusci in una casseruola con un litro e mezzo di acqua, le verdure e gli aromi. Fate cuocere per circa 30 minuti, a fine cottura filtrate il brodo.

Fate scaldare in una casseruola l’olio e burro e, non appena iniziano a soffriggere unite la cipolla affettata. Poi aggiungete la polpa dei crostacei e, dopo qualche minuto, versate il vino. Fate cuocere per 5 minuti poi buttate il riso, mescolate e aggiungete un mestolo di brodo di pesce caldo.

Fatelo asciugare e versate un altro mestolo di brodo e portare a cottura il riso, unendo man mano altro brodo. A cottura ultimata date una bella spolverata di pepe fresco macinato e servite.

About Krizia Ricupero 182 Articoli
"Nessuno può mettere Baby in un angolo".