Trento Film Festival: presentato il programma

IL FESTIVAL DI TRENTO ANNUNCIA I FINALISTI DEL CONCORSO UFFICIALE E LE ANTEPRIME

TrentoManifesto118 film selezionati, su un totale di oltre 600 opere iscritte, 22 ammessi al concorso finale: il Trento Film Festival ha presentato giusto ieri il programma  della sua prossima edizione, la numero 65, che si terrà nel capoluogo nordico dal 27 Aprile al 7 Maggio. La manifestazione, come di consueto, focalizza la sua attenzione sul mondo sì del cinema, ovviamente, ma nella sua connessione a quello dell’alpinismo. Il tema principale, infatti, è appunto quello della “montagna” inquadrata come luogo di confine.

I concorrenti in gara, allora, sono tutti accomunati da tale visione spirituale: tra i prodotti stranieri si distinguono Gulistan, Land of Roses di Zaynê Akyol (Turchia), Those Who Remain di Eliane Raheb (Libano), i coreani Becoming Who I Was del duo Chang-yong Moon/Jin Jeon e 489 Years di Hayoun Kwon; gli italiani, invece, sono presenti con Jardines de Plomo di Alessandro Pugno e See you in Texas di Vito Palmieri (non fatevi ingannare dal titolo, il film è stato realizzato interamente in Trentino). Sempre sancendo il suo legame con l’alpinismo, la manifestazione vedrà tra i suoi protagonisti uno dei suoi massimi esponenti, Reinhold Messner, con la prima assoluta del suo debutto alla regia in Still Alive – Dramma sul Monte Kenya.

Restando in materia di anteprime, vanno assolutamente citate quelle del kolossal giapponese Everest – The Summit of the Gods (tratto dal manga di Jiro Taniguchi), il film d’avventura White Sun di Deepak Rauniyar (sulla storia di un uomo che vive tra le montagne del Nepal), e soprattutto il pluripremiato Soul on a String del regista Zhang Yang (ambientato in Tibet). Le “nostre” Alpi, invece, sono protagoniste in Gli eremiti del regista esordiente Ronny Trockergirato esclusivamente sulle montagne del Tirolo, e Attack of the Lederhosen Zombies del tedesco Dominik Hartl.

Infine, fresche notizie arrivano dalla prossima 19° edizione del Future Film Festival di Bologna, che si terrà dal 2 al 9 Maggio (come vi avevamo già detto qui): il film che aprirà la manifestazione sarà 7 minuti dopo la mezzanotte (in originale, A Monster Calls) di J.A. Bayona, tratto dall’omonimo e celebre romanzo di Patrick Ness (autore anche della sceneggiatura . La pellicola racconta la commovente storia dell’incontro tra il dodicenne Conor, vittima di bullismo a scuola e costretto a vivere con una nonna fredda e distante a causa della malattia della mamma, e la creatura fantastica che il ragazzo invoca nei suoi sogni per sfuggire alla solitudine del suo mondo reale. Protagonista un cast eccezionale, nel quale figurano, tra gli altri, Felicity Jones (Star Wars: Rogue One), Liam Neeson Sigourney Weaver.

About Gianvito Di Muro 274 Articoli
"Tutti i bambini crescono, tranne uno".