Sailor Moon e l’omosessualità censurata

SAILOR MOON: IN ONDA, SENZA TAGLI, IL BACIO TRA DUE SAILOR. QUELLA CHE NON FU UN’OCCASIONE PER EDUCARE ALL’OMOSESSUALITÀ ANNI FA, LO DIVENTA OGGI SENZA CENSURE

sailor moonSailor Moon non è certo un prodotto nato ai nostri giorni, ma la maggior parte di noi trentenni lo ricorderà di sicuro come una delle proprie serie (anime) preferite d’animazione, e i più appassionati saranno anche al corrente delle numerose censure attuate non solo in Italia, ma anche in molti altri Paesi del mondo, per oscurare e negare la presenza di coppie e comportamenti omosessuali.

Sembra quindi giusto tornare a parlarne in occasione della Pride Week che si sta svolgendo in questi giorni, con cartelloni ricchi di eventi e dibattiti, e che culminerà con la classica sfilata in molte città italiane, da Milano a Catania, il 24 giugno. Inoltre è di pochi giorni fa la messa in onda su Rai Gulp del bacio lesbico tra Sailor Moon e Sailor Uranus, che negli anni Novanta venne vietato insieme a molte altre sfumature dell’anime originale. Quali? Eccone alcune.

Lasciando da parte le differenze tra il manga e l’anime, partiamo dalla prima stagione parlando solo della versione giapponese confrontata a quella italiana. Ricordate la coppia di cattivi composta da Lord Caspar e Zackar? Nella versione italiana è stata fatta passare per una classica coppia eterosessuale, cosa che invece non è in quella nipponica, in quanto Zackar è in realtà un uomo. Complici i suoi connotati dolci, è stato facile attribuirgli una doppiatrice donna e riportare tutto alla “normalità”, senza che nessuno se ne accorgesse.

Passiamo alla terza stagione, ovvero al caso di cui parlavamo prima del bacio finalmente andato in onda in Italia senza tagli e censure. In questo episodio Sailor Uranus si avvicina in modo piuttosto intraprendente e spigliato verso Sailor Moon, fino a baciarla sulla bocca, gesto che fa arrossire la bionda combattente. Ed è proprio Sailor Uranus la protagonista di una delle coppie omosessuali più importanti e durature di tutta la serie, quella appunto composta da Heles e Milena (Sailor Neptune). Tra le due ragazze non mancano effusioni e dolcezze, e questi loro comportamenti cozzano del tutto con quanto mostrato nella traduzione italiana dei dialoghi, oltre che nella resa della storia, in base a cui sarebbero non fidanzate ma amiche strette. Ancora peggio è andata negli Usa, dove sono state presentate come cugine. Ciò ha compromesso quello che era il messaggio voluto dall’autrice Naoko Takeuchi, ossia mostrare come non esista solo l’amore eterosessuale, ma anche quello omosessuale, in questo caso nato tra due ragazze, rendendolo nel modo più naturale possibile. Un’apertura purtroppo censurata.

Sailor-StarlightsNella quarta stagione, il medesimo destino di Zackar è stato riservato a un altro cattivo, Occhio di Pesce, il quale è stata presentato come donna per non dover spiegare e giustificare il suo amore per gli abiti femminili. Inoltre, quanti ricordano le Sailor Starlights della quinta stagione? Qui la situazione di questi tre ragazzi che trasformandosi diventano tre guerriere donne, ha fatto pensare a un caso di transessualità. E allora via coi tagli e le modifiche, fino a portare in scena tre ragazzi che nella loro trasformazione in Sailor invocano le proprie gemelle.

Questi sono solo alcuni dei numerosi esempi disseminati nella serie.

Insomma, finalmente la Rai, mostrando la scena del bacio tra Sailor Moon e Sailor Uranus nella sua interezza, ha fatto quello che la Mediaset non ebbe a suo tempo il coraggio di fare. Un piccolo passo per educare una giovane nuova generazione a non essere chiusa come le precedenti, perché la normalità è l’amore, in tutte le sue forme.

About Eleonora Materazzo 552 Articoli
"Suonala ancora, Sam"