Wonder: dal libro al film

STEPHEN CHBOSKY PORTA SUL GRANDE SCHERMO IL BEST SELLER WONDER DI R.J. PALACIO

wonder 1Gli anni della scuola non sono facili per nessuno, ma il destino ha messo sulla strada del giovane August “Auggie” Pullman un ostacolo in più. Il protagonista di Wonder, romanzo d’esordio di R.J. Palacio (pseudonimo della scrittrice Raquel Jaramillo), infatti, è un bambino di dieci anni affetto dalla sindrome di Treacher Collins, una deformazione cranio facciale.

A causa delle numerose operazioni chirurgiche a cui ha dovuto sottoporsi, Auggie ha sempre studiato a casa, finché i suoi genitori non hanno deciso di iscriverlo in una scuola normale per permettergli di relazionarsi coi suoi coetanei.

Per facilitare il suo inserimento, il preside della Beecher Prep School chiede a tre alunni di diventare suoi amici, ma inizialmente durante la pausa pranzo sarà soltanto la piccola Summer Dawson ad avere il coraggio di sedersi vicino a lui.

Fra malintesi e piccole cattiverie, Auggie riuscirà a scoprire il vero valore dell’amicizia e a ottenere l’ambito “Henry Ward Beecher” conferitogli per la grandezza e le qualità umane, dimostrando che non è l’aspetto ciò che conta, ma l’essere se stessi.

Il romanzo è diviso in otto parti, ciascuna delle quali è affidata a un diverso narratore in modo da rendere chiaro al lettore il punto di vista di ciascuno dei personaggi coinvolti. Wonder è stato pubblicato per la prima volta negli Stati Uniti nel 2012, mentre l’edizione italiana è stata stampata da Giunti l’anno seguente.

Il diritti del romanzo sono stati acquistati da Lionsgate, che ne ha prodotto la versione cinematografica. Il film è stato diretto da Stephen Chbosky (già scrittore e regista di Noi Siamo Infinito) e vedrà come protagonista Jacob Tremblay nel ruolo di Auggie, mentre i suoi genitori avranno i volti di Julia Roberts e di Owen Wilson.

La pellicola dovrebbe essere rilasciata negli Stati Uniti il 17 Novembre.

About Valentina Mordini 210 Articoli
"La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita".